rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Mecenate / Via Gaudenzio Fantoli

Scala una parete da arrampicata in palestra e precipita nel vuoto: grave un 40enne

L'incidente è avvenuto in una palestra di via Fantoli. L'uomo, quaranta anni, ha riportato la frattura di un braccio e un grave trauma alla schiena. Ora è ricoverato al San Raffaele

Forse, un piede poggiato male. Forse, una presa lasciata troppo in fretta o persa per altri motivi. Quindi, il volo nel vuoto e lo schianto al suolo, che poteva costargli molto molto caro. 

Attimi di grande paura, mercoledì sera, in una palestra di via Fantoli, teatro di un incidente che ha coinvolto un uomo di quaranta anni, precipitato mentre stava scalando una parete da arrampicata. La vittima, italiana, ha fatto un volo di sette, otto metri ed è inevitabilmente caduto violentemente sul pavimento. 

Sul posto, la palestra “Rockspot”, sono intervenute un’ambulanza e un’auto medica con i soccorritori che hanno stabilizzato l’uomo e poi lo hanno trasportato all’ospedale San Raffaele. Il quarantenne, secondo quanto riferito dal 118, ha riportato la frattura di un braccio e un grave trauma alla schiena: le sue condizioni sono serie ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. 

Nella palestra di via Fantoli, per cercare di ricostruire le cause dell’incidente, sono intervenuti anche gli agenti della questura di Milano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scala una parete da arrampicata in palestra e precipita nel vuoto: grave un 40enne

MilanoToday è in caricamento