Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca Via Vigevanese

Trovato a torso nudo in mezzo alla neve, ferito alla testa e in ipotermia: ragazzo morto

Le ipotesi per il momento sono tante: dalla lite finita male all'aggressione in strada

Repertorio

La notte del suo compleanno, i soccorritori lo hanno trovato in mezzo alla neve quasi in ipotermia, a torso nudo, con la testa e la faccia sanguinanti. E' morto dopo il ricovero all'ospedale San Carlo. E' ucraino ed ha 29 anni.

Sono soltanto questi i punti certi di una storia che, per il momento, risulta inaccessibile anche agli investigatori dei carabinieri di Corsico che lo hanno rinvenuto così. Alzaia Trieste lungo il Naviglio Grande, la sponda opposta alla Vigevanese, tra Corsico e Trezzano, sulla ciclabile: attorno alle 3.30 di venerdì un residente chiama il 112 per chiedere un intervento. L'uomo segnala la presenza di una persona in strada che chiede aiuto.

Carabinieri e medici arrivano in pochi minuti e trovano due persone. Un uomo è a terra, incosciente, con una ferita profonda in testa - tra la fronte e l'occhio - mentre l'altro - probabilmente un parente - non è in grado di fornire elementi utili per capire cosa sia avvenuto. Il giovane che chiedeva aiuto, forse il fratello - o fratellastro - della vittima, è un ragazzo ucraino di 23 anni. Vivono poco lontano dal luogo dove sono stati soccorsi. 

Il personale del 118 trasporta il ferito in ospedale in condizioni disperate - già durante la notte l'uomo è andato in arresto cardiaco ma era stato rianimato dai medici - mentre i militari danno il la alle indagini. Poi il ferito muore nel corso della giornata. Le ipotesi per il momento sono tante: dalla lite finita male all'aggressione in strada ma non si esclude nulla, nemmeno l'incidente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato a torso nudo in mezzo alla neve, ferito alla testa e in ipotermia: ragazzo morto

MilanoToday è in caricamento