Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Stazione Centrale / Piazza Quattro Novembre

L'uomo in mutande che picchia due persone e lancia bottiglie agli agenti

Follia nella notte in piazza 4 novembre. Arrestato un 27enne

Due persone in ospedale, una macchina della polizia sfondata e un uomo in manette. È il bilancio della notte di violenza andata in scena tra martedì e mercoledì in piazza Quattro novembre, a due passi dalla stazione centrale di Milano. 

Protagonista dello "spettacolo" è stato un 27enne, cittadino somalo, poi arrestato dalla stessa polizia con le accuse di resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Il suo "show", stando a quanto ricostruito dalla Questura, è iniziato poco dopo la mezzanotte, quando si è scagliato contro due passanti senza alcun motivo. 

A farne le spese sono stati un suo connazionale di 31 anni, poi finito in codice verde al Fatebenefratelli, e un 21enne del Bangladesh, ricoverato in codice giallo al Niguarda per essere stato colpito con calci e pugni alla testa. Mentre i due feriti venivano medicati dal 118, una Volante si è avvicinata per capire cosa fosse successo e le stesse vittime hanno indicato agli agenti l'aggressore, tra l'altro facilmente riconoscibile perché con addosso soltanto un paio di slip. 

Appena i poliziotti si sono avvicinati, il 27enne li ha "accolti" lanciando delle bottiglie di vetro, che hanno frantumato il lunotto posteriore della macchina. Dopo qualche attimo di tensione, gli agenti sono riusciti a immobilizzare l'uomo, che alla fine è stato ammanettato e dichiarato in arresto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo in mutande che picchia due persone e lancia bottiglie agli agenti

MilanoToday è in caricamento