Cronaca

Emergenza diossina, Aduc risponde su come riconoscere uova non inquinate

A causa dello scandalo delle uova tedesche inquinate da diossina adesso i consumatori in cerca di notizie sicure, chiedono come riconoscere le uova non inquinate o non compromesse: una risposta dall'ADUC

Per cercare di dare una risposta ai numerosi cittadini preoccupati, dopo lo scandalo delle uova tedesche alla diossina, l'Associazione per i diritti degli utenti e consumatori (Aduc) oltre a consigliare di "sospendere l'acquisto di uova timbrate DE in questi giorni", sul suo sito spiega ai consumatori cosa significa il codice impresso sulle uova. L'associazione cita in esempio la dicitura "2 IT 573 FC 001 Entro il 22.12". In questa, il numero 2 indica il tipo di allevamento, che può essere 0 per quello biologico, 1 per quello all'aperto, 2 per quello a terra e 3 per quello in gabbia. Aduc consiglia le uova allevate biologicamente.


La sigla IT indica il Paese di produzione e in questo caso l'Italia (DE sta invece per Germania); il codice 573 è codice Istat del Comune di produzione; la sigla FC è la Provincia di produzione e il numero 001 rappresenta il codice dell'allevamento. L'espressione 'Entro il 22.12', infine, indica la data entro la quale è preferibile il consumo. Nonostante l'allarme "la stragrande maggioranza, circa il 99%, delle uova che consumiamo vengono prodotte in Italia", rassicura Aduc. "Il problema - aggiunge - riguarda i prodotti derivati come biscotti e paste che contengono uova inquinate. Difendersi è piuttosto difficile a meno che non si scelgano alimenti a denominazione o biologici".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza diossina, Aduc risponde su come riconoscere uova non inquinate

MilanoToday è in caricamento