Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Ustionata dalla tinta ai capelli: tre indagati

Il titolare del coiffeur, una sua assistente e un medico sono stati rinviati a giudizio per cooperazione colposa in lesioni personali. Nel 2006 una donna rimase vittima di ustioni di terzo grado dopo una tinta ai capelli

L'avrebbe messa sotto il casco per decolorare i capelli e per la cliente del coiffeur si sono subito prospettate ustioni di secondo e terzo grado sulla testa. Il fatto risale al 2006 e oggi sono stati rinviati a giudizio il parrucchiere titolare, la sua assistente (sembra senza autorizzazione per fare la tinta alle clienti) e un medico. L'accusa, per i tre, è di cooperazione colposa in lesioni personali. Il medico al quale la donna “bruciata” si era rivolta, avrebbe prima sbagliato diagnosi e poi l'avrebbe operata asportando parte del cuoio capelluto, senza anestesia e in mancanza del consenso informato. Processo il 5 luglio prossimo a Milano, davanti alla prima sezione penale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ustionata dalla tinta ai capelli: tre indagati

MilanoToday è in caricamento