Usura, smantellata la banda cinese dei casinò

Sei persone prestavano soldi con interessi del 10% alla settimana. Preziosa la collaborazione della comunità cinese di Milano

Smantellata banda di usurai

Prestavano soldi ai connazionali che tentavano la fortuna nei casinò, a interessi usurari. La banda, composta da sei cittadini cinesi, è stata smantellata in seguito a una complessa indagine della squadra mobile: preziosa la collaborazione della comunità cinese di Milano.

Il gruppo aveva iniziato la sua attività di strozzinaggio nel dicembre del 2012. I sei si piazzavano fuori dai casinò di Mendrisio e Campione d'Italia con molte banconote in tasca e le prestavano (in franchi svizzeri e in euro) ai connazionali che - arrivati con pullman organizzati - via via finivano i soldi. I prestiti erano nell'ordine di decine di migliaia di euro alla volta.

La somma doveva poi essere restituita - in caso di vincita - seduta stante, con l'interesse del 10%, come riferisce Repubblica. In caso di perdita l'interesse sarebbe salito del 10% alla settimana. I criminali pretendevano in pegno il passaporto, il permesso di soggiorno o un orologio o altro oggetto di un certo valore. E la banda teneva anche un registro contabile con nomi e cognomi dei connazionali a cui era stato prestato il denaro, da cui venivano depennati coloro che estinguevano il debito. La squadra mobile ha constatato che quasi tutti i soggetti destinatari del prestito alla fine erano riusciti a "liberarsi".

I sei usurai erano due coppie di marito e moglie più un uomo e una donna non sposati. Cinque di loro sono finiti in carcere, mentre il sesto è latitante in Cina. Una delle coppie di marito e moglie, con i proventi dell'attività, aveva acquistato un bar in zona Lambrate. E proprio a Lambrate viveva una'altra coppia, pesantemente indebitata, che a dicembre 2013 aveva dovuto chiamare la polizia perché, sotto casa, li aspettavano li usurai, con intenzioni per niente pacifiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli usurai vivevano nella zona di via Paolo Sarpi e di via Pellegrino Rossi. Per la riuscita delle indagini è stata preziosissima la collaborazione della comunità cinese, di solito proverbilamente restia a collaborare in casi come questo. I sei rispondono di estorsione, usura ed esercizio abusivo del credito. Hanno tra i 40 e i 50 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Offerte di lavoro, Esselunga cerca dipendenti e assume: ecco come candidarsi

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano: trovate altre 16 persone infette, risalgono i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento