menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

I milanesi in vacanza con droga e revolver patteggiano quasi 7 anni in due

Erano finiti in carcere la scorsa estate per detenzioni di armi e stupefacenti

La scorsa estate erano andati in vacanza con pistole e hashish in Salento, dove erano stati fermati e arrestati. Ora i milanesi protagonisti, un 28enne e un 31enne, entrambi di Vizzolo Predabissi, hanno patteggiato quasi sette anni in due per detenzione di stupefacenti e armi.

Il 28enne, un italiano con precedenti, è stato condannato a tre anni e otto mesi di reclusione; mentre il 31enne, incensurato originario del Marocco, a tre anni e due mesi. La sentenza è stata emessa dal giudice Marcello Rizzo che ha così accolto l’istanza di concordare la pena formulata dagli avvocati difensori Giuseppe Presicce e Simone Viva, dopo la notifica del decreto di giudizio immediato firmato dal gip Sergio Tosi nei riguardi dei due imputati.

Ad arrestare i due lo scorso agosto erano stati i carabinieri di Gallipoli, che dopo una perquisizione nell'appartamento preso da loro in affitto, avevano trovato un proiettile calibro 38 special; oltre due chili di hashish suddivisi in sei confezioni, che sarebbe stata vendibile in più di 30mila dosi; e due revolver, senza marca e matricola, originariamente a salve e modificate attraverso la sostituzione della canna e della camera a scoppio per utilizzarle come arma da sparo e aumentarne la potenzialità. Dopo l'arresto il 28enne aveva confessato assumendosi la paternità sia della droga sia delle armi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Meteo

    A Milano continuerà a fare freddo (almeno per un po')

  • Attualità

    Spettacolo: "Regole per ripartire, tutela di lavoratori e aziende"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento