Cronaca

Vaccinazione influenza A in Lombardia: parte la seconda fase

E' partita la seconda fase della vaccinazione per l'influenza A in Lombardia che dovrà raggiungere donne al secondo e terzo mese di gravidanza e i bambini con più di sei mese e che hanno patologie croniche

E' partita in Lombardia la seconda fase della vaccinazione per l'influenza A, che raggiungerà i malati a rischio e le donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, così come i bambini con più di sei mesi che hanno patologie croniche.

"I vaccini ci sono, non c'é nessun problema e va tutto liscio. C'é però ancora un po' di afflusso nei pronto soccorso, che forse bisognerebbe contenere. Le Asl dovrebbero cioé spingere di più i medici a curare questi pazienti a casa quando non hanno complicanze", a parlare  è Luciano Bresciani, assessore regionale alla sanità.

La Regione attende, per questa seconda fase della campagna vaccinale, circa 400 mila dosi. "Le dosi devono arrivare in progressione  e questo dipende non tanto dal Ministero della salute ma dalla produzione industriale. Man mano che i vaccini vengono prodotti, li riceveremo".

"Contiamo di vaccinare nei prossimi giorni 150-200 mila persone - ha precisato Roberto Formigoni, presidente della Lombardia - questa è un'influenza diffusa, ma non particolarmente grave".

"La vaccinazione, partita il 14 ottobre, procede come prima - conclude Bresciani - l'adesione non è completa ma del resto è volontaria, e ognuno è libero di scegliere". "Non c'é obbligo - fa eco Formigoni - i medici hanno discusso con la Regione le modalità di applicazione di queste vaccinazioni: noi siamo tranquilli, e tutto si sta svolgendo secondo i programmi".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazione influenza A in Lombardia: parte la seconda fase

MilanoToday è in caricamento