Martedì, 23 Luglio 2024
Cronaca

Trenord: "Vandali ci costano 8 milioni"

In un anno 614 vetri spaccati

8 milioni di euro per contrastare il vandalismo. È quanto ha dichiarato di aver investito Trenord, specificando come nel corso di un anno si siano registrati 167.470 mq di graffiti (+8% sul 2020); 614 vetri frantumati (+22%) e 2.772 sedili divelti (-36%).

Nel 2021 le corse di Trenord non effettuate per guasti ai treni sono state in media 4,7, cioè -41% rispetto al 2018 e -35% rispetto al 2019; mentre nel 2021 i guasti per milioni di km sono diminuiti del 20% rispetto a due anni prima. A spiegarlo l'amministratore delegato della società, Marco Piuri, durante l'audizione in commissione regionale Infrastrutture e Trasporti, mettendo in luce anche l'aumento degli sforzi necessari per riparazioni e ripristini di convogli in seguito ad atti vandalici.

Piuri ha poi parlato delle consegne dei 222 nuovi treni acquistati grazie all'investimento di 2 miliardi di euro di Regione Lombardia. Di questi, 39 sono già in servizio. Attualmente il 36% della flotta è ancora composto da treni di vecchia generazione, ma entro la fine del 2022 questa percentuale scenderà sotto il 20% grazie all'immissione di 68 nuovi treni. Da settembre, inoltre, circoleranno in Lombardia anche i primi convogli a motore diesel-elettrico Colleoni, che saranno destinati alla linea Brescia-Parma. Per quanto riguarda il personale, tra il 2018 e il 2021 Trenord ha dichiarato di aver assunto 1154 persone, tra cui 310 macchinisti, 308 capitreno e 171 manutentori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trenord: "Vandali ci costano 8 milioni"
MilanoToday è in caricamento