Cronaca

Wanna Marchi, la nuova vita: cameriera, cuoca e cassiera al bar

Si rivede l'ex imbonitrice televisiva più famosa d'Italia: ora lavora in un bar vicino alla stazione centrale, del compagno della figlia. Senza clamore, è tornata in regime di semilibertà

Wanna Marchi durante lo scorso processo (foto haisentito.it)

Non urla più "d'accordo". Non vende più lozioni, creme per dimagrire, pacchetti contro il malocchio. E' quasi silente, davanti a un computer, mentre pochi clienti consumano un pasto. E' la nuova Wanna Marchi. L'imbonitrice televisiva per eccellenza, condannata nel 2006 (in tutti i gradi di giudizio) per associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata, ora è in regime di semilibertà. La condanna prevede un 11 anni di cella. Ma lei ha già scontato metà della pena.

La bolognese 69enne è tornata "fuori" giovedì 6 ottobre, nel bar ristorante "La Malmasion" di via Napo Torriani, al 15. E' il suo nuovo lavoro, in una finestra oraria che le permetterà di uscire dal cacere dalle 9.30 alle 22. E' un locale densamente frequentato vicino alla stazione centrale. Lavora con Antonio Lacerenza, compagno della figlia Stefania Nobile (anch'ella condannata).  

Il suo ritorno a un lavoro "normale" non ha destato particolare clamore, quasi la nemesi di una "vita" precedente chiassosa, sopra gli eccessi, sfarzosa, sotto i riflettori. I camerieri l'hanno protetta con sobrietà dagli occhi, per forza curiosi, dei clienti e di qualche giornalista. Nel bar, ha dichiarato il nuovo datore di lavoro a Il Giorno, si occuperà di contabilità e gestirà la sala. "Sa anche preparare i dolci: fa delle torte buonissime". Unica parte "di zucchero" di questa sua fase di vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Wanna Marchi, la nuova vita: cameriera, cuoca e cassiera al bar

MilanoToday è in caricamento