menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una recente esondazione del Seveso

Una recente esondazione del Seveso

Esondazioni Seveso: il governo dà il via libera alla vasca di laminazione al Parco Nord

Il governo ha rigettato la contrarietà del Comune di Bresso, considerato non influente per la prevenzione delle calamità naturali

Via libera, dal governo, alla costruzione della vasca di laminazione del Seveso, nel territorio del Parco Nord tra Milano e Bresso. Lo rende noto Pietro Foroni (Lega), assessore regionale al territorio. La presidenza del consiglio dei ministri ha infatti respinto l'opposizione finora manifestata dal Comune di Bresso definendolo "un ente non preposto in via ordinaria o principale alla cura della salute o dell'incolumità pubblica".

La lettera della presidenza del consiglio, firmata dal segretario generale, sottolinea invece che gli enti preposti a questo (sovrintendenza, Ats, Regione, Parco Nord Milano e Autorità del Po) hanno dato parere favorevole alla costruzione delle vasche di laminazione. Quindi, entro settembre, il progetto definitivo verrà approvato dal commissario governativo (il presidente della Regione Attilio Fontana), che poi darà il via al Comune di Milano per la realizzazione del progetto esecutivo, che sarà a cura di MM.

Seguirà una gara d'appalto e poi l'inizio dei lavori. Regione Lombardia aveva inviato cinque lettere di sollecito (l'ultima il 4 settembre) alla presidenza del consiglio. "Il nuovo governo ha sbloccato una situazione ferma ormai da un anno", commenta Foroni: "Un grazie in particolare al sottosegretario Giorgetti che ci ha aiutato a risolvere una situazione non affrontata dal mese di luglio del 2017 dal vecchio governo. Ora finalmente si procederà".

Foroni non ha mancato di evidenziare la "buona sinergia con il Comune di Milano" e ha previsto che i lavori inizino prima dell'estate del 2019. "Se avessimo già potuto contare sulla vasca", conclude l'assessore regionale", le ultime due esondazioni del Seveso, il 5 luglio e il 25 agosto, non si sarebbero verificate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento