menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'esondazione del Seveso

Un'esondazione del Seveso

Seveso, al via i cantieri per le vasche di laminazione

Al via i cantieri. Si creerà un sistema di interventi infrastrutturali per la difesa dalle alluvioni e dall'altra il disinquinamento del fiume con reti e impianti di depurazione

Forse è la volta buona per non vedere più Niguarda allagata. Si spera. 

Erasmo D'Angelis, responsabile della struttura di missione "Italia sicura" di Palazzo Chigi, ha annunciato lunedì l'apertura di un cantiere che prevede da una parte un sistema di interventi infrastrutturali per la difesa dalle alluvioni e dall'altra il disinquinamento del fiume con reti e impianti di depurazione delle acque del Seveso.

Il progetto prevede la realizzazione di diverse opere, a partire dalle vasche di laminazione nel territorio di Senago e poi a Varedo, Paderno Dugnano e Lentate sul Seveso. Contestualmente, si lavorerà a un radicale miglioramento della qualità delle acque del fiume.

"Sulle opere - ha garantito D'Angelis - ci sarà spazio alla partecipazione dei cittadini: Il primo intervento prevede l'assorbimento del depuratore di Varedo a quello di Pero per una spesa di 9.5 milioni di euro. Inoltre, entro dicembre 2015 saranno conclusi i lavori per il completamento della rete fognaria di Cinisello Balsamo, Paderno Dugnano, Limbiate, Cesano Maderno, Ceriano Laghetto, Seveso, Meda, Misinto, Lentate sul Seveso, Lazzate, Mariano Comense e Carugo. Solo nel 2010 l'allagamento delle stazioni della metropolitana era costato oltre 70 milioni di euro di danni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento