Cronaca Quarto Oggiaro / Via Sabatino López

Via Lopez, squilibrato 52enne appicca il fuoco in casa: arrestato

Prima chiama i carabinieri dicendo: "Ho ucciso una persona". Poi, all'arrivo delle forze dell'ordine, appicca il fuoco in camera da letto e apre il gas. Arrestato. Il rogo domato dai vigili

Ci sono stati lunghi momenti di tensione, ieri sera, in via Lopez, una strada della periferia milanese, a causa di un incendio appiccato in casa da uno squilibrato che ha minacciato di far saltare l'appartamento prima di essere arrestato dai carabinieri. L'uomo, un cinquantaduenne incensurato, che vive da solo, ha detto di essere in cura per problemi psicologici, ma non ha saputo fornire altri elementi in merito.

LA CHIAMATA: "HO UCCISO UNA PERSONA" - Così è stato portato in carcere e dovrà rispondere di incendio doloso e resistenza a pubblico ufficiale. A dare l'allarme era stato il 118 dopo che l'uomo aveva chiamato dicendo di avere "ucciso una persona". Quando sono arrivati, insieme a pompieri e medici, i militari hanno intavolato una paziente trattativa sul pianerottolo per convincerlo a desistere, ma quando hanno sentito odore di gas e di fumo, hanno interrotto l'erogazione e hanno fatto irruzione. Un incendio era già stato appiccato in camera da letto, utilizzando dei vestiti, mentre in cucina i rubinetti del gas erano stati aperti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Lopez, squilibrato 52enne appicca il fuoco in casa: arrestato

MilanoToday è in caricamento