Chiave senza logo né pulsanti e sedili spostati: 25mila euro di droga nell'auto "modificata"

In manette un 43enne: nell'auto, intestata alla sorella, droga per 25mila euro. I fatti

Probabilmente era certo che quella chiave, totalmente anonima, avrebbe tenuto lontano ogni sospetto. E, invece, è stata proprio quella la sua rovina. Un uomo di 43 anni, un cittadino marocchino con precedenti per droga, è stato arrestato venerdì pomeriggio dagli agenti del commissariato Scalo Romana con l'accusa, di nuovo, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Per lui i guai sono iniziati verso le 17.30, quando una Volante di passaggio in via Bessarione ha deciso di controllarlo. Durante la perquisizione, i poliziotti hanno trovato addosso all'uomo - che ha precedenti anche per resistenza e immigrazione clandestina - la chiave di un'auto senza nessun logo impresso sopra né i pulsanti di apertura e chiusura. Insospettiti, anche per i vecchi guai con la giustizia del 43enne, gli agenti hanno deciso di approfondire e si sono messi alla caccia dell'auto, che è stata trovata poco dopo in via Mincio. 

Ad attirare l'attenzione dei ragazzi della Volante è stato poi un altro dettaglio della macchina, intestata alla sorella dell'uomo. I sedili, infatti, sembravano spostati e decisamente troppo avanti rispetto alla loro posizione naturale, il che ha spinto i poliziotti a fare ulteriori accertamenti. È bastato poco per scoprire che sul fondo dell'abitacolo erano stati ricavati dei vani ad hoc per contenere la droga.  

Al termine del lavoro, i poliziotti sono riusciti a mettere le mani su tre chili di hashish, 250 grammi di cocaina e oltre 1700 euro in contanti. La droga, una volta sul mercato, avrebbe fruttato 25mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento