Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Porta Ticinese / Via Mortara

Via Mortara, mette alla porta lo spasimante accoltellato e zeppo di sangue

Dramma sfiorato della gelosia sui Navigli. "Oggetto" del contendere una siciliana di 24 anni: il suo fidanzato, dominicano, accoltella un cubano per gelosia. E lei lo stava per far morire dissanguato

Un cubano di 28 anni, Robert B., è stato accoltellato durante una lite per gelosia da un dominicano di 22, per una studentessa italiana di 24. Il giovane si trova in prognosi riservata all'ospedale Policlinico. Il feritore, invece, Carlos M., che ha precedenti per droga e armi, è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di tentato omicidio.

La studentessa, di origine siciliana e a Milano per frequentare l'università, e un compaesano suo amico, di 27 anni, a sua volta ex studente dello stesso ateneo sono stati denunciati per omissione di soccorso.

I due, infatti, dopo l'accoltellamento, avvenuto nell'appartamento dove vivono la studentessa, l'amico siciliano e un'altra studentessa (estranea ai fatti), pur vedendo il cubano ferito gravemente all'addome dopo la lite avvenuta in casa, lo hanno messo alla porta senza dargli alcun soccorso.

A chiamare il 118, infatti, è stato un condomino del palazzo, in via Mortara. La studentessa, che sulle prime aveva accettato le avances del cubano, accettando di portarlo a casa e di continuare a bere dopo una serata sui Navigli, si è infine allontanata con il feritore, suo presunto fidanzato, e insieme sono stati trovati, ancora nella zona dei Navigli, la mattina dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Mortara, mette alla porta lo spasimante accoltellato e zeppo di sangue

MilanoToday è in caricamento