rotate-mobile
Cronaca Via Padova

Via Padova: il 18 dicembre flash mob di solidarietà e auguri in tutte le lingue

L'iniziativa è organizzata da un gruppo di associazioni della zona. Ci si abbraccerà e verranno distribuite delle cartoline multietniche di Buon Natale. Lella Trapella: "Sarà un momento di solidarietà e condivisione"

Il prossimo 18 dicembre alcune associazioni che operano nella zona di via Padova organizzeranno un fash mob e distribuiranno cartoline con gli aguri di Natale in tutte le lingue del mondo. L'iniziativa, di cui è promotrice l'associazione Amici del Parco Trotter, in collaborazione con l'associazione culturale Villa Pallavicini e con i genitori della scuola elementare Russo, è stata pensata dopo la rimozione delle luminarie di via Padova ed ha lo scopo di dare un segnale di solidarietà alle comunità locali.

“Non si tratta di un momentodi protesta – precisa Lella Trapella, presidente dell'associazione Amici del Parco Trotter – ma di un momento di condivisione”.

Proprio per dare questo segnale il fash mob che si terrà in due punti diversi della strada più multietnica del capoluogo lombardo, alla fine (all'altezza di piazza Costantino) e all'inizio (all'angolo tra via Padova e via Chavez), consisterà in un grande abbraccio.


Naturalmente il gruppo di associazioni organizzatrici dell'evento non è affatto d'accordo con la decisione dell'assessore all'Arredo Urbano Cadeo, competente per i progetti di illuminazione artistica della città, di lasciare lungo la via soltanto gli auguri in italiano  “per non creare un ghetto” e si augura che il sindaco di Milano Letizia Moratti metta in pratica quando dichiarato subito dopo la diffusione della notizia della rimozione delle luminarie ovvero le reintroduca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Padova: il 18 dicembre flash mob di solidarietà e auguri in tutte le lingue

MilanoToday è in caricamento