Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Ortles / Viale Ortles

Enzo Jannacci: il comune gli dedica il dormitorio di viale Ortles

"Sempre attento a chi ha più bisogno e a chi non riesce a farsi sentire"

La struttura di viale Ortles

La casa d'accoglienza per senzatetto di viale Ortles sarà intitolata a Enzo Jannacci, il cantautore milanese morto il 29 marzo 2013. Lo ha deciso la giunta di Milano su proposta di Pierfrancesco Majorino, assessore alle politiche sociali. La cerimonia d'intitolazione si terrà il 5 aprile 2014, a un anno dalla scomparsa. "La carriera artistica di Enzo Jannacci – ha detto l'assessore Majorino – si è contraddistinta per l'attenzione costante a chi ha più bisogno, il desiderio di dare voce a chi non riesce a farsi sentire, lo sguardo affettuoso verso chi è più debole".

"Per questo - ha proseguito - abbiamo deciso di ricordarlo in un luogo dove le persone più fragili e più povere trovano gli aiuti professionali per ricostruire la loro vita, sicuri che tale intitolazione sia coerente con il pensiero, i desideri e le azioni del grande cantautore milanese".

Nel 2013 la struttura ha accolto 1.482 persone, cioè 137 in più rispetto al 2012, in maggioranza uomini (64,7%) e stranieri (76,5%). In totale in città sono a disposizione 2.700 posti per i senzatetto. Da semplice dormitorio pubblico, viale Ortles è diventata una struttura aperta, con iniziative quali una mostra di biciclette artigianali, un torneo di beach volley, il giornalino "Piano Terra" e altro ancora.

A Jannacci è stato dedicato anche il 31simo piano del Pirellone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enzo Jannacci: il comune gli dedica il dormitorio di viale Ortles

MilanoToday è in caricamento