rotate-mobile
Cronaca Portello / Via Marco Ulpio Traiano

Il video del pestaggio di Cristiano Iovino: "Tra gli aggressori c'era Fedez"

Ecco le immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza sotto casa del personal trainer picchiato

Un primo uomo che si avvicina. Dietro di lui tutti gli altri. Il "bersaglio" designato che indietreggia, cerca di difendersi. Poi la scarica di calci e pugni. Ecco le immagini del pestaggio di Cristiano Iovino, il personal trainer romano di 37 anni picchiato sotto casa sua a Milano la notte del 22 aprile. Le immagini, pubblicate in anteprima da "Zona bianca", sono quelle registrate dalle telecamere di videosorveglianza dell’edificio, il "parco Vittoria" di via Marco Ulpio Traiano, un complesso residenziale con sei torri. Alcuni uomini del branco, arrivato a bordo di un Mercedes nero, sarebbero già stati identificati. Tra loro ci sarebbe il cantante Fedez, al secolo Federico Leonardo Lucia, rapper 34enne di Rozzano.

In procura, nel fascicolo aperto per rissa, lesioni e percosse in concorso, al momento c’è solo il nome del cantante, che quella notte viene identificato grazie ai video ma soprattutto grazie alla testimonianza di due vigilantes, gli stessi che danno per primi l’allarme - alle 3.28 - e gli stessi che vengono minacciati dal branco che intima loro di non contattare le forze dell’ordine. Nel gruppo di aggressori, infatti, i testimoni riconoscono "senza ombra di dubbio Fedez". Sarebbe proprio lui il primo ad avvicinarsi a Iovino, cercando di colpirlo con un paio di pugni, probabilmente senza riuscirci. Quella notte, poi, i carabinieri trovano Iovino in casa, in compagnia dell’ex tronista di “Uomini e donne”, Salvatore “Sasà” Angelucci. Il personal trainer - diventato famoso per la storia del "caffè" con Ilary Blasi - ha “evidenti tumefazioni sul volto e sul capo”, viene medicato ma rifiuta il trasporto in ospedale e soprattutto rifiuta di presentare querela, cosa che ha fatto fino a oggi. 

L’indagine è comunque riuscita a mettere alcuni punti fermi, soprattutto su quanto pare sia successo prima di quella che ha tutti i contorni di una spedizione punitiva. Iovino e Fedez, infatti, si sarebbero incrociati un'oretta prima al "The club", storica discoteca di corso Garibaldi. Lì va in scena - ripreso dalle telecamere - uno scontro tra il personale trainer romano e il gruppo di Fedez, tra cui c'è Christian Rosiello, uno dei capi ultras del Milan che da settimane si occupa della sicurezza del rapper. Il motivo sarebbero alcuni apprezzamenti rivolti a una ragazza bionda in compagnia del rapper, ma anche su quel fronte sono in corso accertamenti. Un'ora dopo, poi, il pestaggio in via Traiano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il video del pestaggio di Cristiano Iovino: "Tra gli aggressori c'era Fedez"

MilanoToday è in caricamento