Sandra Mondaini e Raimondo Vianello uniti per sempre nell'incrocio delle vie coi loro nomi

Sandra e Raimondo sono diventati emblema di un sodalizio fortissimo, un amore eterno

Le strade

A Peschiera del Garda, in provincia di Verona, l’incrocio tra due strade ricorderà per sempre l’amore che ha unito una della coppie più amate dello spettacolo italiano. I nomi di Raimondo Vianello e Sandra Mondaini svettano sullo stesso palo stradale nelle targhe che, dal 2013, indicano le due vie della città intitolate ai comici che hanno fatto la storia della nostra tv, simbolo di un’unione rimasta salda fino agli ultimi giorni della loro vita.

Sposati per 48 anni, dal 1962 al 2010, nell’immaginario collettivo Sandra e Raimondo sono diventati emblema di un sodalizio fortissimo, nella vita privata come in quella professionale, riassunto negli indimenticabili litigi della loro ‘Casa Vianello’. Entrambi sono scomparsi nel 2010, a Milano, a distanza di pochi mesi l’uno dall’altra e riposano al Famedio del Cimitero Monumentale del capoluogo lombardo, vicini come sono sempre stati.

La storia d’amore di Sandra Mondaini e Raimondo Vianello

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello sono stati una delle coppie d'oro tra le più amate della televisione italiane. Il loro sodalizio è iniziato negli anni Sessanta, consacrato con il matrimonio nel 1962. Il Giocondo, Il Tappabuchi, Canzonissima sono alcuni dei programmi che contribuiscono al successo dei comici che negli anni Ottanta approdano dalla Rai alle reti Fininvest dove resteranno fino alla fine della loro carriera

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

  • Milano diventa città "smoke free": sigarette all'aperto vietate, si fuma solo in 'luoghi isolati'

Torna su
MilanoToday è in caricamento