Cronaca

"Ghisa" di quartiere, arrivano i rinforzi: 150 in più da marzo

E l'obiettivo è portarli a 500. Saranno tolti da compiti di ufficio e seguiranno un corso di formazione, poi si occuperanno di rapporti coi cittadini, controllo del traffico, presidio del territorio e segnalazione del degrado

Aumentano a marzo i vigili di quartiere a Milano: si arriverà a quota 350, con l'aggiunta di altri 150 uomini. I quartieri di competenza sono 85, e i vigili di quartiere (che si muovono di solito in coppia e in bicicletta) vengono coordinati dai nove comandi di zona. I vigili di quartiere sono identificabili dal cappellino con fascia a scacchi rossi e bianchi.

Saranno muniti di radioline collegate alla centrale operativa e di palmari. Per ogni zona sarà poi disponibile un'autopattuglia di supporto. I 150 uomini sono stati recuperati togliendoli da compiti d'ufficio. Faranno un corso di formazione sulla gestione delle criticità e sul rapporto coi cittadini, poi avranno mansioni di monitoraggio e mappatura del territorio, presenza vicino alle scuole, controllo del traffico e segnalazione di anomalie e degrado.

Spazio anche alla comunicazione online: sul sito del comune ci sarà una sezione in cui saranno pubblicati i nominativi dei vigili per ognuno degli 85 quartieri, nonché numeri di telefono e indirizzi email per comunicare con loro.

Marco Granelli, assessore alla sicurezza, ha promesso che in un secondo momento si arriverà a quota 500.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ghisa" di quartiere, arrivano i rinforzi: 150 in più da marzo

MilanoToday è in caricamento