Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Dal fucile parte colpo: muore ucciso dal fratello

Drammatico incidente di caccia in una cascina nei pressi di Gessate: Vincenzo Cazzulani, 66 anni, viene ucciso da un colpo esploso accidentalmente dall'arma del fratello

Per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Una tragica fatalità. Un fratello che imbraccia - oltre al suo - anche il fucile del parente, senza sicura; l'uomo inciampa e l'arma cade, parte accidentalmente un colpo e il fratello viene colpito sotto l'ascella. La ferita è mortale. Morirà dopo una breve agonia. 

E' questa una delle più probabili ricostruzioni della morte di Vincenzo Cazzulani, 66 anni, cacciatore di Cinisello Balsamo che, nella mattina di sabato 3 dicembre, intorno alle 9, stava partecipando a una battuta di caccia insieme al fratello nella zona di Gessate, nella campagna a Nord-Est di Milano. I due - così avrebbe raccontato il fratello - si erano fermati nei pressi di cascina per cambiarsi i fucili. Mentre aveva in mano entrambe le armi il fratello di Vincenzo, il dramma; l'uomo inciampa e parte un colpo. 

Inutile, così, si è rivelata la disperata chiamata al 118 e il tentativo di rianimazione. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri di Cassano d'Adda. Non ci sono altre ipotesi sulla dinamica al vaglio dei militari; il racconto dell'uomo sarebbe stato giudicato verosimile in base alle evidenze raccolte. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal fucile parte colpo: muore ucciso dal fratello

MilanoToday è in caricamento