menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il marito la picchia, si salva portando fuori la spazzatura e chiedendo aiuto

Le statistiche del nucleo tutela donne e minori della polizia locale

Ottanta gli interventi del nucleo tutela donne e minori della polizia locale a partire da febbraio del 2020, quindi anche durante il periodo di lockdown dovuto all'emergenza sanitaria da Covid-19, che ha costretto in casa i milanesi e ha quindi aumentato le potenziali situazioni di pericolo da parte di donne maltrattate in famiglia. 

Dal 1 febbraio al 30 maggio, in particolare, gli agenti della polizia locale di questo nucleo hanno effettuato un arresto in flagranza di reato e hanno indagato 91 persone, mentre 93 sono state le vittime. I casi di "codice rosso", ovveo la nuova norma diventata operativa nella seconda metà del 2019 per rendere più rapidi i procedimenti in caso di maltrattamenti in famiglia e di genere, sono stati 21, di cui 20 dal 1 marzo al 30 aprile: di questi ultimi, 14 riguardavano il reato di maltrattamenti verso i familiari. I numeri sono stati forniti in una apposita commissione comunale dal vice sindaco di Milano, Anna Scavuzzo.

Nello stesso periodo del 2019, gli interventi erano stati 120, quindi sensibilimente di più, con due arresti in flagranza, due custodie cautelari in carcere, un divieto di avvicinamento e due allontanamenti. In tutto il 2019 il nucleo ha effettuato invece 313 interventi, predisponendo quattro arresti in flagranza, cinque custodie cautelari in carcere, nove divieti di avvicinamento, dieci allontanamenti, tre fermi di polizia giudiziaria, tre collocamenti di minore.?

Il nucleo è composto da 21 agenti e due ufficiali ed è incardinato nell'unità investigazioni e prevenzione. E' impigato anche in ausilio agli operatori dei servizi sociali per gli allontanamenti coatti su indicazione del Tribunale dei minorenni.

Quarantena da Covid-19, meno denunce

Nel periodo interessato dalla quarantena (e il conseguente obbligo di rimanere presso le abitazioni) è aumentata la preoccupazione: sono infatti considerevolmente diminuite le denunce per maltrattamenti. La spiegazione più probabile è che le vittime non potessero chiedere facilmente aiuto né, tantomeno, uscire di casa per procedere con le denunce. Per questo motivo, il comando di polizia locale ha ordinato controlli a domicilio delle persone con obbligo di dimora per positività al Covid-19, in modo da alzare la soglia d'attenzione e percepire eventuali segnali indiretti di richiesta d'aiuto da parte di potenziali vittime, anche parlando con i condomini.

Un caso emblematico è stata la fuga dal proprio appartamento di una donna, senza scarpe e con un taglio sulla testa, da cui fuoriusciva molto sangue: la donna ha "bloccato" una pattuglia di vigili in servizio di controllo delle quarantene. Gli agenti, anche con l'aiuto dei colleghi del nucleo tutela donne e minori, hanno proceduto arrestando l'uomo che aveva usato violenza fisica.

Scappa dal "bruto" con la scusa della spazzatura da buttare

Un altro caso: una donna, con la scusa di gettare la spazzatura, era scappata di casa chiedendo aiuto ad una passante che ha avvertito le forze dell'ordine. Il nucleo tutela donne e minori, coaduivato dal soccorso violenza della Mangiagalli, ha collocato la vittima in una comunità protetta raccogliendo la sua denuncia, dalla quale sono emersi gravi maltrattamenti su di lei e suoi figli minori, che a quel punto sono stati prelevati dagli agenti presso la residenza dell'uomo responsabile deile violenze, finito indagato. Nell'appartamento oltre ai figli minori della prima donna ce n'era un'altra, vistosamente maltrattata con una ecchimosi sull'occhio, tale da impedirne l'apertura completa. E' stata subito soccorsa dai sanitari e messa a sua volta sotto protezione.

Un terzo caso, già noto ai servizi sociali, riguarda una donna che è riuscita a inviare una email con richiesta d'aiuto per i maltrattamenti subìti dal compagno. Gli agenti della polizia locale lo hanno arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento