Ragazzina violentata e drogata nell'appartamento di lusso: fermato noto imprenditore 43enne

I fatti la scorsa notte

La polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, ha eseguito un fermo nei confronti di Alberto Genovese, 43enne, italiano, noto imprenditore, fondatore della start-up web Facile.it, per violenza sessuale, detenzione e cessione di stupefacente, sequestro di persona e lesioni.

Chi è Alberto Genovese, imprenditore digitale da 100 milioni di euro

Le indagini, coordinate dal pm di Milano Rosaria Stagnaro, sono state condotte dai poliziotti della 4^ Sezione della Squadra Mobile di Milano e sono state avviate a seguito del ricovero di una giovane ragazza 18enne, ricorsa alle cure mediche per una presunta violenza sessuale nelle scorse ore.

Le indagini hanno permesso di ricostruire che durante una festa organizzata dall'uomo, la giovane sarebbe stata costretta a subire ripetuti rapporti sessuali e ad assumere sostanza stupefacente del tipo cocaina e ketamina. Le forze dell'ordine sono riuscire a sequestrare sostanze dello stesso tipo rinvenute sia nell'appartamento dove si erano verificati i fatti sia nell'abitazione dove l'uomo è stato rintracciato la notte di sabato 7 novembre.

La casa dove si sarebbe consumata la violenza è un attico di lusso in centro a Milano, denominato "Terrazza Sentimento", ed è stato sottoposto a sequestro su ordine dell'Autorità giudiziaria. All'interno sono state rinvenute evidenti tracce a riscontro di quanto denunciato dalla giovane. L'uomo, visto il pericolo di fuga, alla luce dei gravi reati contestati è stato, quindi, sottoposto al fermo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, file e corse per le scarpe della Lidl (comprate a 12.99 e già in vendita a 200 euro)

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento