Cronaca Stazione Centrale / Piazza Caiazzo

Insegue una donna in bici, la palpeggia e si spoglia: arrestato per violenza sessuale

Riconosciuto in foto dalla ragazza, è stato trasferito a San Vittore con l'accusa di violenza sessuale. Il fermo è stato convalidato

Immagine di repertorio

A bordo di una bici ha inseguito in strada una donna, fino all'androne di casa, poi l'ha molestata palpeggiandola e cercando ripetutamente di spogliarla e baciarla, mentre lui si abbassava i pantaloni.

E' stato arrestato dalla polizia. Incastrato dai lunghi capelli biondi, dalla sua abbronzatura e dall'accento spagnolo. La descrizione dell'uomo, infatti, è stata determinante per gli agenti che lo hanno rintracciato in zona piazzale Lotto, la notte tra il ventidue e il ventitrè aprile.

L'indagine comincia il trentuno marzo, giorno della violenza. La vittima, una ragazza italiana di ventidue anni, terrorizzata dopo essere fuggita con l'ascensore fino al proprio appartamento, chiama subito il 113 e racconta l'accaduto.

Era stata avvicinata da un ciclista con l'accento spagnolo, nei pressi della Stazione Centrale, in piazzale Caiazzo, intorno alle ventidue. L'uomo l'aveva pedinata, molestandola verbalmente, fino dentro il condominio. A quel punto, era scattata l'aggressione vera e propria non portata a termine solo grazie alla determinazione della giovane.

Ventidue giorni dopo, la Volante del Commissariato Garibaldi è riuscita a rintracciare l'uomo - già tra l'altro segnalato alle forze dell’ordine - nei pressi di un chiosco in piazza Stuparic. Si tratta di un disoccupato, senza fissa dimora, che vive tra ostelli della gioventù e Stazione Centrale. Ha la cittadinanza italiana ma è nato in Argentina.

Riconosciuto in foto dalla ragazza, è stato trasferito a San Vittore con l'accusa di violenza sessuale. Il fermo è stato convalidato.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegue una donna in bici, la palpeggia e si spoglia: arrestato per violenza sessuale

MilanoToday è in caricamento