rotate-mobile
Cronaca

Paura in metrò, due donne palpeggiate. Interviene personale Atm

L'episodio, che si aggiunge ai troppi della settimana, nella notte tra venerdì e sabato. Pronto l'intervento del personale Atm presente

Tentata violenza in metropolitana nella notte tra venerdì e sabato. A subirla, per fortuna senza conseguenze, due donne di 24 e 32 anni, palpeggiate nel mezzanino del metrò da un ragazzo, un cingalese di 37 anni, regolare in Italia, che ha riferito di lavorare come domestico e di essere spostato.

L'episodio nella stazione di Sant'Ambrogio della linea verde: ha visto la 24enne e ha iniziato a strattonarla. Ma lei, con prontezza di riflessi, si è divincolata ed è scappata in un gabbiotto per le foto-tessere. Poi è uscita ma ad aspettarla c'era ancora l'uomo, che l'ha palpeggiata. Per la seconda volta la ragazza è riuscita a liberarsi dalla morsa e ha corso fino al mezzanino, dove ha spiegato l'accaduto all'addetto Atm.

Nel frattempo il cingalese ha individuato un'altra donna, la 32enne, che saliva sulle scale, e l'ha aggredita palpeggiandola. L'addetto dell'Atm è riuscito a bloccarlo trattenendolo fino all'arrivo della polizia: gli agenti l'hanno arrestato per violenza sessuale.

Si tratta (purtroppo) dell'ultimo episodio di una serie recente che comincia a fare paura. Il primo episodio degli ultimi giorni alla Maggiolina, quando una ragazza che aveva "bigiato" la scuola è stata violentata da amici. Questa settimana il tentativo di violenza sessuale ai danni di una 25enne a Lambrate: il responsabile è stato fermato dai passanti. Poi la 42enne nel parco di Villa Litta. E infine, giovedì, la camerunense vicino a Gorla e la 66enne che, implorando pietà, ha fatto scappare il 'mostro' in via Bruzzesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura in metrò, due donne palpeggiate. Interviene personale Atm

MilanoToday è in caricamento