Cronaca

Almeno nove le donne aggredite nella notte di capodanno in Duomo

Salgono a nove le vittime. In corso le indagini

Salgono a nove le vittime delle molestie e violenze sessuali avvenute in piazza del Duomo a Milano la notte di capodanno. Lo riferisce Adnkronos apprendendolo da fonti della procura, che indagano su tre diversi episodi. Le giovani donne sono state accerchiate e aggredite da decine di ragazzi, nella zona tra il Duomo, piazza Mercanti e le vie adiacenti.

La prima notizia si era avuta nella mattinata del primo gennaio: la polizia, nelle sue consuete comunicazioni, aveva fatto sapere d'essere intervenuta in via Mazzini verso l'una e mezza del mattino per una ragazza di diciannove anni accerchiata e palpeggiata da una trentina di giovani. Gli investigatori della squadra mobile di Milano, coordinati dai procuratori Letizia Mannella e Alessia Menegazzo, hanno ora ricostruito un secondo episodio con almeno cinque ragazze molestate (tra cui due studentesse tedesche schiacciate contro le transenne). Infine un terzo episodio con aggressione e rapina in piazza. Tutte le vittime avrebbero descritto gli aggressori come "stranieri".

"L'assessore si dimetta"

Intanto la Lega, nella seduta di consiglio comunale del 10 gennaio, ha deciso di chiedere le dimissioni di Marco Granelli, assessore alla sicurezza del Comune di Milano, che, all'1.30 del primo gennaio, proprio mentre (secondo quanto comunicato dalla polizia il giorno dopo) si perpetrava l'accerchiamento e il tentativo di svestizione ai danni della prima vittima nota, scriveva che la situazione in piazza e in centro era tranquilla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Almeno nove le donne aggredite nella notte di capodanno in Duomo
MilanoToday è in caricamento