menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polizia

Polizia

Pavia: ha violentato una studentessa sotto casa, trovato grazie al Dna

In manette un cittadino egiziano

E' stato fermato l'uomo accusato di essere il responsabile dell'aggressione ad una studentessa universitaria di 20 anni violentata nell'androne di un palazzo del centro storico di Pavia a due passi da piazza del Duomo, l'11 dicembre 2014.

La polizia ha fermato un egiziano di 30 anni risalendo al suo Dna e sulla scorta di alcune immagini di una telecamera di sorveglianza.

L'aggressione era stata molto cruenta. La studentessa non era riuscita a chiedere aiuto per la paura e perché l'aggressore le aveva tappato la bocca con una sciarpa. L'immigrato che, nel frattempo, era finito in carcere per una rapina ai danni di una donna il 5 febbraio scorso è stato individuato grazie al Dna. Con uno stratagemma, da un mozzicone di sigaretta, era stato prelevato il suo Dna e individuato il suo ceppo famigliare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il primo centro vaccinale dedicato interamente ai lavoratori

  • Coronavirus

    Volo dall'India, cinque positivi alla variante indiana di covid su sei

  • Coronavirus

    E' ufficiale: la Lombardia resta in zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento