Si arrampica fino al quarto piano per picchiare la ex. Arrestato

E' successo nella mattinata del 15 dicembre. La donna ha rimediato diverse ferite e fratture alla testa

Arrestato un ex fidanzato violento

Per arrivare nell'appartamento della sua ex fidanzata non ha esitato a "scalare" il palazzo in cui abita lei, in viale Ungheria, arrampicandosi su un tubo esterno fino al quarto piano e penetrare nell'alloggio passando dal balcone. Poi ha scatenato la sua furia contro la ragazza, una 40enne italiana, picchiandola selvaggiamente fino all'arrivo della polizia, avvertita da una condòmina che aveva sentito tutto. E' successo alle otto di mattina del 15 dicembre. La coppia aveva avuto una relazione di appena poche settimane.

Protagonista un italiano di 38 anni, pluripregiudicato, finito in manette con una sfilza di accuse: lesioni aggravate, violazione di domicilio aggravata e violenza privata. L'uomo è stato anche indagato per resistenaza, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale.

Quando gli agenti sono arrivati sul pianerottolo e hanno bussato la porta, qualificandosi per farsi aprire, la prima a rispondere è stata la donna, con una voce chiaramente sofferente. Lui, immediatamente dopo, ha alzato il volume della musica e fatto scorrere l'acqua dal rubinetto, poi ha zittito la donna. Gli agenti, dalla porta, hanno udito distintamente un tonfo: era la testa di lei, sbattuta contro uno dei muri dell'abitazione.

Alla fine l'uomo ha aperto: con arroganza ha chiesto agli agenti che cosa ci facessero lì e ha provato a convincerli che la 40enne non poteva venire perché si trovava nuda in camera da letto. Lei era effettivamente nella stanza, sotto le coperte, con il volto completamente tumefatto. Gli agenti, non senza difficoltà, hanno immobilizzato il bruto e lo hanno portato in questura per gli accertamenti. Finirà arrestato a San Vittore.

Per la 40enne è stato necessario il trasporto in ambulanza al Policlinico, in codice giallo: aveva fratture alle ossa nasali e ad un incisivo oltre a diversi ematomi al volto e ferite alla testa e al labbro. Per picchiarla, il violento ha usato anche fili elettrici a mo' di frusta, che sono stati trovati e sequestrati.

La donna ha spiegato agli agenti che la frequentazione con il 38enne era durata poche settimane: lui si era subito mostrato violento. Il primo pestaggio a cavallo tra fine novembre e inizio dicembre: in quella occasione però non erano state avvertite le forze dell'ordine né lei era ricorsa alle cure mediche. Poi, il 13 e il 14 dicembre, due interventi di polizia e carabinieri sempre per sedare liti tra i due. Infine l'episodio più grave, nella mattinata del 15, che ha portato all'arresto del 38enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in viale Fulvio Testi: uomo travolto e ucciso dal tram della linea 31

  • Milano, auto piomba alla fermata del bus in via Novara: due investiti, gravissima una donna

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

Torna su
MilanoToday è in caricamento