Cronaca

I visitatori del Fuorisalone promuovono Milano: "Vivace e organizzata"

Boom del bike sharing tra il "popolo del Fuorisalone". Critiche su taxi, mezzi pubblici e costi in generale. Solo il 33% ha scelto l'albergo, in testa le case private

Fuorisalone 2012 alla Statale

Sono stati resi noti i risultati di una ricerca sul Fuorisalone effettuata dall'Università delal Bicocca e coordinata da Francesca Zajczyk e Silvia Mugnano, docenti di sociologia urbana.

Secondo la ricerca, Milano risulta "ospitale, vivace, interessante, efficiente e innovativa". Un giudizio, quindi, positivo per la metropoli lombarda per l'80% degli intervistati. A loro giudizio i punti di forza di Milano sono l'organizzazione, l'accessibilità e gli alberghi.

Le criticità che emergono riguardano invece i taxi, i mezzi pubblici e la pulizia. Il giudizio positivo scende però al 61% degli intervistati tra coloro che sono "habituè" della manifestazione. Si è anche capito che a scegliere gli alberghi è solo il 33% de partecipanti al Fuorisalone, mentre il 52% sceglie l'affitto di appartamenti privati o si fa ospitare da conoscenti e infine il 15% opta per i bed & breakfast o gli ostelli. Con una spesa media sotto i 100 euro per ben il 73% dei partecipanti.

"Non è però un turismo low cost - avverte la Zajczyk - perché poi i consumi commerciali, gastronomici e culturali sono elevati". Il 40% sceglie di venire a Milano in aereo, mentre il 23% preferisce il treno e il 28% l'auto. Tuttavia chi viene in auto preferisce poi non usarla per spostarsi in città: il 37,5% predilige i mezzi pubblici e il 24,6% il bike sharing.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I visitatori del Fuorisalone promuovono Milano: "Vivace e organizzata"

MilanoToday è in caricamento