rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Casoretto / Via Nicola Antonio Porpora

Polemiche sul volantino per spiegare i rifiuti umidi con lo "sponsor"

Il comune fa sapere di avere già dato ordine di modificarlo ma sottolinea: "Grazie a quelle aziende, sacchetti gratis per oltre 600 mila euro"

Sotto accusa il volantino consegnato ai milanesi insieme al kit della raccolta differenziata dei rifiuti umidi. Sul volantino è infatti presente un marchio attivo nel settore, con la dicitura "consigliati dal comune di Milano": tanto è bastato perché Mattia Stanzani, consigliere del Pd e vicepresidente della commissione partecipate, chiedesse conto di questo ai vertici di Amsa e A2A, presenti alla seduta di lunedì 13.

"Da quando il comune consiglia una marca specifica di sacchetti?", ha chiesto Stanzani commentando ironicamente: "Se così fosse, come comune vogliamo la provvigione". L'assessore Pierfrancesco Maran ha giudicato "inopportuna" la dicitura dicendosi pronto a far cambiare il volantino.

Poco dopo il comune di Milano ha diffuso una nota per precisare che sono già state impartite disposizioni per modificare il volantino, anche se viene sottolineato che l'accordo con Novamont e Virosac, due aziende del settore, ha consentito di distribuire ai cittadini una fornitura gratuita di sacchetti per oltre 600 mila euro. "Si è trattato di una iniziativa positiva che ha portato benefici certi alle famiglie come era stato sottolineato nel corso della presentazione della campagna per la raccolta dell'umido nel settembre 2012".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemiche sul volantino per spiegare i rifiuti umidi con lo "sponsor"

MilanoToday è in caricamento