Milano, in metro "armati" di bombolette spray e telecamere: arrestati tre writers spagnoli

I tre erano entrati nel deposito di Bisceglie e sono stati fermati dal personale security Atm

Foto repertorio

Erano arrivati fino al deposito per lasciare la loro firma sui vagoni della metropolitana. Ma proprio mentre stavano per entrare in azione sono stati scoperti e bloccati. 

Tre writers, tutti spagnoli, sono stati arrestati lunedì sera dalla polizia nel “parcheggio” metro di Bisceglie, sulla linea M1 rossa. Il gruppo è stato intercettato, verso le 21, dalla centrale operativa security di Atm, che ha subito inviato sul posto due guardie armate. 

I dipendenti dell’azienda di trasporti hanno bloccato i tre e li hanno trattenuti fino all’arrivo degli agenti della polizia locale e della polizia di Stato, che hanno poi arrestato i graffitari. 

Nei vari zaini che i writers avevano con sé sono state trovate le tipiche telecamere utilizzate per riprendere i propri blitz e diverse bombolette spray. 

“In questo momento storico - esulta Atm in una nota - il numero di treni graffitati è quasi pari a zero, un risultato che non si vedeva da anni e che è frutto del grande lavoro del servizio security”.

Le bombolette sequestrate ai writers in metro

bombolette spray graffiti metro-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

  • Omicidio stradale, Michele Bravi chiede 1 anno e mezzo di reclusione come patteggiamento (pena sospesa)

  • Riapre corso Plebisciti: via libera alle auto dal 29 gennaio, come cambiano i mezzi Atm

Torna su
MilanoToday è in caricamento