Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Da tutta Europa per vandalizzare le metro Atm: sette “graffitari” denunciati dopo i blitz

Nei guai sono finiti sei portoghesi, tutti parte della stessa crew, e un polacco, già noto alle forze dell'ordine milanesi. A incastrarli sono stati i dipendenti Atm che li hanno visti all'opera

Sette ragazzi sono stati denunciati - Foto repertorio polizia

Alla fine la loro scelta è ricaduta su Milano. Forse, nella convinzione che i controlli sarebbero stati più blandi. O, forse, semplicemente per il desiderio di esibirsi in una grande città europea. E’ costata cara, però, la smania di fama a sette writers stranieri, denunciati tutti nella giornata di venerdì dai carabinieri e dalla polizia locale per aver danneggiato e vandalizzato alcuni vagoni della metro meneghina. 

La caccia all’uomo inizia nel pomeriggio del 29 gennaio. Metro verde, stazione di Gessate. Un dipendente Atm si accorge che sei persone entrano in un tronchino e iniziano a imbrattare un treno fermo in sosta. Il tempo di dare l’allarme e il gruppo sparisce. Ma non per molto. Perché poche ore dopo, in serata, le ricerche danno il loro esito: i sei ragazzi vengono trovati in banchina - senza biglietto - con le mani e gli abiti sporchi di vernice e con uno zaino pieno di diciannove bombolette spray, due pennarelli e due macchine fotografiche. 

Bloccati dai dipendenti Atm, qualcuno di loro ammette le proprie colpe: “Lo facciamo per il gusto dell’adrenalina”, dicono. Vengono denunciati tutti: sono sei ragazzi portoghesi, in trasferta soltanto per lasciare la firma propria e della propria crew sulle metro di Milano. 

Più o meno quanto voleva fare “Bash”, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine milanesi. Giovane, polacco, con la stessa passione dei colleghi portoghesi: graffitare i treni della metro di Milano. Gli adetti Atm lo fermano venerdì sera - due ore dopo le altre denunce - a Gorgonzola mentre sta per mettersi a lavoro. L’ultima volta che era stato beccato, settembre del 2015, “Bash” era riuscito a lasciare il suo autografo su un treno della linea rossa. Nell’ultima trasferta, invece, ha lasciato soltanto una firma sulla denuncia che ha portato a casa. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da tutta Europa per vandalizzare le metro Atm: sette “graffitari” denunciati dopo i blitz

MilanoToday è in caricamento