rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Il caso

"Zenga padre parla come un 16enne bullo a suo figlio", attrice a processo per questo tweet

La Procura di Milano che ha firmato un decreto di citazione diretta a giudizio per un post pubblicato su Twitter

Dopo aver visto in tv l'incontro tra Walter Zenga e suo figlio Andrea, in quel momento rinchiuso nella casa del Grande Fratello, l'attrice e conduttrice televisiva e radiofonica Elena Di Cioccio ha pubblicato diversi tweet per esprimere il suo giudizio. Ora andrà a processo con l'accusa di aver diffamato l'ex portiere dell'Inter e della Nazionale. Lo ha deciso la Procura di Milano che ha firmato un decreto di citazione diretta a giudizio per un post da lei pubblicato sul suo profilo Twitter il 29 gennaio del 2021 e dopo la denuncia dell'ex numero uno nerazzurro, assistito come parte civile dall'avvocato Davide Steccanella.

"Zenga padre parla come un 16enne bullo a suo figlio che è diventato adulto", scriveva l'attrice, difesa dal legale Chiara Magnani e a cui viene contestato dal pm Maria Cardellicchio di aver offeso "la reputazione" dell'ex portiere anche per averlo definito, dopo un altro insulto, "inutile" e "padre dall'ego ipertrofico". E ancora sempre sulla pagina seguita da 26mila persone: " Fai schifo come uomo e come padre. Vergognati. Sei una mer...". Il processo inizierà davanti al giudice monocratico della decima sezione penale milanese il prossimo 16 giugno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Zenga padre parla come un 16enne bullo a suo figlio", attrice a processo per questo tweet

MilanoToday è in caricamento