menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rom alle macchinette per i biglietti

Rom alle macchinette per i biglietti

Non solo Roma: il "pizzo" alle macchinette anche a Milano. La 'schiera' di nomadi a Rogoredo

Quattro ragazze nomadi per tre macchinette: è la "formazione" che lunedì mattina hanno trovato i passeggeri della linea gialla

Dopo il caso esploso a Roma, con turisti "assediati" da assistenti non richiesti che impongono una sorta di pizzo per fare il biglietto a Termini, Milano non può dire di stare meglio. Anzi. I controlli lasciano il tempo che trovano, e dopo qualche giorno si è daccapo.

Sebbene non ci siano modalità 'violente' - ma solo insistenti e fastidiose -, trovare quattro ragazze nomadi perennemente appostate accanto alle macchinette Atm non è un'immagine edificante per la città che ospiterà Expo.

Chiedono una "moneta", mentre gli utenti fanno i biglietti, e qualora la risposta sia negativa, "mandano il malocchio", come riferiscono diversi lettori e testimoni. 

Accade a Rogoredo (ma anche in Stazione Centrale, o a San Donato), pedissequamente a pochi metri dal gabbiotto dell'operatore (che non ha colpe, avendo altre funzioni).

Ma la sensazione, di primo impatto, è di degrado e di sbando. Proprio l'alone che l'Expo vorrebbe cancellare.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento