Cronaca

16 anni, rubano in una casa poi si schiantano con l'auto: "Sono incinta, non potete farmi niente"

I due giovanissimi rom, zeppi di precedenti, sono stati fermati dopo un pericoloso inseguimento con rotonde prese contromano. Provengono dal Milanese

Il giovane fermato (foto Il Piacenza)

Provengono dal Milanese i due ragazzini nomadi (maschio e femmina, 16 anni) fermati dai carabinieri piacentini dopo un furto in un appartamento ed essersi schiantati con l'auto, guidata senza patente, durante un folle inseguimento in tangenziale, con diverse rotonde prese contromano. Lui ha origini slave, cittadinanza francese ed è residente nel campo nomadi di Robecco sul Naviglio; lei è rom di origine croata anch'ella proveniente da un campo nomadi milanese.

Le immagini 

Dopo essere stata presa, la ragazzina avrebbe detto ai militari: "Tanto sono incinta, non potete farmi nulla". Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell'Arma, giovedì i militari della stazione di San Nicolò li hanno intercettati all'altezza del ponte Paladini in direzione Piacenza. Ne è nato un inseguimento fino in città quando i due hanno imboccato la tangenziale verso la Galleana, prendendo tutte le rotonde contromano nel tentativo di sfuggire ai carabinieri.

Nel frattempo l'operatore della centrale operativa ha fatto convergere alla rotonda di Leroy Merlin, una gazzella del Radiomobile e una pattuglia della stazione principale: hanno bloccato le uscite e hanno di fatto circondato i due fuggitivi. Quando si sono visti braccati hanno speronato un furgone in coda, nell'impatto, molto violento, si sono schiantati anche contro l'auto dei militari di San Nicolò (i due carabinieri sono stati medicati in pronto soccorso, ne avranno per 10 e 8 giorni). I due giovani sono stati arrestati e poi portati in ospedale, lui dimesso poche ore dopo ora si trova in un centro per minori a Bologna, lei, incinta, è tuttora ricoverata: si è rotta un piede buttandosi dalla finestra della casa presa di mira e probabilmente sarà operata.

Dovranno rispondere di furto in abitazione aggravato, danneggiamento aggravato, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Per tutta la notte sono stati piantonati in ospedale: alcuni loro parenti, saputo quanto successo, pare si siano presentati in ospedale con intenzioni non proprio pacifiche, fanno sapere dall'Arma.

Nell'auto, una Ford Fiesta con targa francese, intestata ad una terza persona sulla quale sono ancora in corso accertamenti, sono stati trovati attrezzi da scasso e tutti i gioielli del valore di circa 5mila euro, che i due malviventi avevano rubato a Gragnano Piacentino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

16 anni, rubano in una casa poi si schiantano con l'auto: "Sono incinta, non potete farmi niente"

MilanoToday è in caricamento