Cultura

Piccolo Teatro, la Regione diserta il cda: salta la nomina del successore di Escobar

Favoriti Rosanna Purchia e Filippo Fonsatti, ma se ne riparlerà

Doveva essere il giorno del nuovo direttore del Piccolo Teatro, dopo le dimissioni di Sergio Escobar anticipate di qualche mese rispetto alla naturale scadenza del mandato, ed invece il consiglio d'amministrazione non ha deciso: per la mancanza dei rappresentanti della Regione che, però, evidenzia una spaccatura di cui gli addetti ai lavori sono a conoscenza da tempo. 

I nomi in lizza sarebbero stati cinque e sono diventati quattro per la rinuncia di Claudio Longhi, che ha fatto sapere di preferire la direzione di Emilia Romagna Teatro. Non avrebbe molte chances Mario Giorgetti, mentre la contesa sarebbe tra Rosanna Purchia e Filippo Fonsatti, con Antonio Calbi in "attesa".

Tutti i prescelti (salvo Longhi, come detto) hanno presentato un dettagliato programma a medio-lungo termine, artistico e finanziario, e sono stati ascoltati nell'esposizione. Fonsatti, classe 1968, è ora alla guida del Teatro Stabile di Torino, dopo avere diretto il Regio nella stessa città. E' contrabbassista e ha una esperienza gestionale nell'Agis, di cui è vice presidente, e nella consulta per lo spettacolo del Ministero dei Beni Culturali. Al Piccolo porterebbe il regista Mario Martone alla direzione artistica, e promette solidi rapporti internazionali con i principali teatri europei.

Per la Purchia, che ha guidato recentemente il San Carlo di Napoli, sarebbe invece un ritorno al Piccolo, dove è stata per circa trent'anni a fianco di Giorgio Strehler. Calbi, già diirettore del Settore Spettacolo del Comune dii Milano, ora dirige il teatro antico di Siracusa. Le indiscrezioni sono precise sulla scelta di Comune e Ministero, che vorrebbero la Purchia, in segno di continuità evidente con la gestioone Strehler-Escobar, mentre è probabile che la Regione non abbia ancora deciso il suo candidato tra Calbi e Fonsatti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccolo Teatro, la Regione diserta il cda: salta la nomina del successore di Escobar

MilanoToday è in caricamento