menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dello spettacolo (ph Brescia e Amisano)

Un momento dello spettacolo (ph Brescia e Amisano)

Successo anche in televisione per Tosca: è la prima della Scala più vista in assoluto

Lo spettacolo è stato visto da una media di 2 milioni e 850mila spettatori

La prima della Scala con Tosca è stato un successo. Lo dimostrano gli applausi scroscianti, ma anche i dati della diretta su Rai1 curata da Rai Cultura: lo spettacolo, infatti, è stato visto da una media di 2 milioni e 850mila spettatori con uno share del 15%. Praticamente è la prima della Scala più vista in tv in assoluto, circa 800mila persone in più dell'Attila di Verdi del 2018, ma è riuscita a battere anche Madama Butterfly del 2016 che finora era sul gradino più alto del podio con 2 milioni 644 mila persone.

La Tosca di Giacomo Puccini, diretta dal maestro Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore, ha raccolto 16 minuti di applausi ma non è record. Il primato spetta a "Armide" di Christoph Willibald Gluck, diretta da Riccardo Muti con la regia Pier Luigi Pizzi, messa in scena alla Scala il 7 dicembre 1996. La rappresentazione dell'opera del compositore settecentesco tedesco conquistò 20 minuti di applausi.

Tosca, una delle opere più rappresentate al mondo

"Tosca" è in assoluto tra le opere più amate e rappresentate a livello internazionale. Nel corso del 2019 è stata la sesta opera più rappresentata al mondo con 134 allestimenti per un totale di 534 recite nei cinque continenti. Dopo la prima romana è stata battezzata alla Scala da Toscanini e vi ha avuto un imponente numero di allestimenti (30 tra nuove produzioni e riprese), molti dei quali estremamente significativi. Mai approdata a un 7 dicembre, Tosca è stata però diretta da quasi tutti i più grandi maestri attivi alla Scala e cantata dalle voci più leggendarie guadagnandosi una posizione di assoluto rilievo nella storia del Teatro milanese. 

La trama dell'opera

 La cantante Floria Tosca, amante del pittore liberale Mario Cavaradossi, è corteggiata dal ministro della polizia pontificia Scarpia. Questi imprigiona il pittore e ricatta Tosca: se la donna non si concederà a lui, Cavaradossi sarà fucilato.

Tosca si fa dare il salvacondotto da Scarpia, e poi lo uccide. Il pittore, secondo i patti con Scarpia, avrebbe dovuto subire una finta fucilazione, ma invece viene davvero passato per le armi sugli spalti di Castel Sant'Angelo; Tosca allora si getta dal castello.

"Tosca" è in assoluto tra le opere più amate e rappresentate a livello internazionale. Nel corso del 2019 è stata la sesta opera più rappresentata al mondo con 134 allestimenti per un totale di 534 recite nei cinque continenti. Dopo la prima romana è stata battezzata alla Scala da Toscanini e vi ha avuto un imponente numero di allestimenti (30 tra nuove produzioni e riprese), molti dei quali estremamente significativi. Mai approdata a un 7 dicembre, Tosca è stata però diretta da quasi tutti i più grandi maestri attivi alla Scala e cantata dalle voci più leggendarie guadagnandosi una posizione di assoluto rilievo nella storia del Teatro milanese. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento