Sabato, 18 Settembre 2021
Cultura

Nel 2023 Milano ricorderà Carlo Emilio Gadda a 50 anni dalla morte

In quell'anno anche il 170esimo della nascita dello scrittore

Nel 2023 cadrà il cinquantennale della morte di una delle voci più originali della letteratura del Novecento, quella di Carlo Emilio Gadda (1893-1973). E, tra l'altro, il centosettantesimo della nascita. Il Comune di Milano e il Centro Studi Gadda intendono celebrare la ricorrenza con una serie di iniziative condivise, che saranno progettate nei prossimi mesi, per dare il giusto riconoscimento a uno scrittore che ha saputo innovare il romanzo sia nella struttura che nel linguaggio, rendendolo contemporaneo. A tal fine sono state recentemente approvate le linee di indirizzo per la sottoscrizione di una convenzione tra il Comune di Milano - Area Biblioteche e il Centro Studi Gadda, finalizzata alla realizzazione di un progetto comune, Cantiere Gadda. 

"Il settore Cultura del Comune di Milano - si legge in una nota di Palazzo Marino - ha già sperimentato con successo il modello di collaborazione con altri enti e istituti, facendosi promotore dell’istituzione del Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario della morte di Carlo Porta, e dunque oggi, anche in coerenza con il ruolo di Milano all’interno della rete delle Città Creative Unesco per la Letteratura, intende promuovere, in collaborazione con il Centro Studi a lui dedicato, uno fra gli autori novecenteschi di maggior respiro europeo, capace di una scrittura e di una visione fortemente innovative, che gli hanno permesso di raggiungere risultati creativi e teorici di assoluto valore".

Milanese, Gadda si laureerò in Ingegneria, ma coltivò presto la sua passione letteraria fino ad abbandonare la professione tecnica e si trasferì prima a Firenze e poi a Roma, dove lavorò alla Rai.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel 2023 Milano ricorderà Carlo Emilio Gadda a 50 anni dalla morte

MilanoToday è in caricamento