Cultura Porta Ticinese

con-se(q)uenze

Almach Art gallerypresentaAriel Soulé e Anna Pennati“con-se(q)uenze”mostra d’arteInaugurazione giovedì 14 ottobre dalle 16 alle 21presenterà il Prof. Carmelo Strano

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Una sequenza è una successione ordinata di numeri, oggetti, lettere o figure. In matematica una delle più famose è quella di Fibonacci, nella quale i primi numeri sono 1, 1 ed i successivi la somma dei due precedenti, quindi 2, 3, 5, 8 e così via. Con essa possiamo risolvere molti problemi, tra i quali la costruzione della sezione aurea, tanto amata e ricercata in tutte le espressioni visive, dall’architettura al design fino all’arte. Ma cosa c’entra la definizione di sequenza in una mostra d’arte? Tantissimo, in quanto la disposizione delle opere secondo una certa “sequenza” appunto, ne modifica la percezione. E se provassimo a scomporre il singolo dipinto in parti combinandole con quelle di altri dipinti? E se questi dipinti fossero di artisti diversi? Questo il quesito che ha portato all’evento ideato da Ariel Soulè in collaborazione con Anna Pennati e curato da Luca Temolo Dall’Igna per Almach Art Gallery di Milano.

I due artisti scompongono reciprocamente le opere in sezioni che poi vengono combinate idealmente tra loro a creare nuove figure. La metà sinistra di una viene visivamente affiancata alla metà destra dell’altra e viceversa, producendo quindi nuove sensazioni emotive. L’idea è ulteriormente sviluppata inserendo il concetto che un intervento di un’altra persona su di un lavoro finito, come l’atto di censura dei volumi della biblioteca di Salamanca, piuttosto che la cancellazione di parole e lettere nei lavori di Emilio Isgrò (1937), porti a delle realtà diverse, spesso inaspettate, ma comunque nuove. Nel 1953 Robert Rauschenberg (1925-2008) chiese al maestro Willem De Kooning (1904-1987) di dargli un disegno e lo cancellò per dimostrare che anche solo “cancellando” si può creare una nuova opera d’arte. Qui si va ben oltre: Ariel Soulé e Anna Pennati hanno accettato la sfida e, per la prima volta, due artisti lavoreranno uno sulla metà di un dipinto dell’altro, modificando, cancellando, CENSURANDO liberamente attraverso la propria visione di un’immagine.

Di censura si tratta infatti, ma una censura che CREA qualcosa di nuovo. E chi conosce anche solo un po’ la psicologia di un artista, sa quanto sia impensabile lasciare entrare qualcuno in modo così invasivo nel proprio territorio, solitamente vietato. Non una creazione a due mani, ma un intervento, anche totale, su di un’opera finita. Una ridisposizione di immagini in SEQUENZE che porta a delle inevitabili, ma interessantissime CONSEGUENZE che si vedranno non solo nelle opere che ne derivano, ma anche nella reazione degli artisti stessi e degli spettatori. Fino al 7 novembre 2021 | martedì - sabato | 10.30-13 e 16-19 | altri orari su appuntamento Per qualsiasi richiesta, immagini in alta definizione e RSVP prego contattare: Luca Temolo Dall’Igna | +39 02 39287513 | artgallery@almach.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MilanoToday è in caricamento