Da Novate alla conquista dei fiori

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Nasce a Novate Il primo sito di consegna fiori on line, un'azienda nata e pensata per internet (web flower company) che punta a diventare leader nella consegna dei fiori. Consegnare le emozioni insieme ai fiori e non viceversa. Rivoluzione nel mondo della consegna floreale a domicilio, che ora diventa pratico, preciso, puntuale e innovativo. E' nato il sito "Il Senso dei Fiori", progetto gestito dall'imprenditore Simone Guzzetti, che dopo anni di esperienza nel settore floreale e nell' e-commerce, ha realizzato un percorso on line per semplificare e rinnovare l'idea del dono di un fiore.

"L'attuale realtà dei fiori on line è spesso caratterizzata da cataloghi floreali infiniti e non rispettati nella consegna e difficoltà nella scelta e nell’acquisto. Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a comunicare i propri messaggi e le proprie emozioni attraverso i fiori in modo facile. Consegniamo le tue emozioni", spiega l'ideatore Simone Guzzetti. Per riuscire a fare tutto questo, le persone interessata a regalare un fiore hanno la facilità di scelta e acquisto, pochi prodotti tra cui scegliere e con tre click di mouse terminano l'acquisto. Altri punti di forza del servizio sono la produzione diretta, fiori freschi, classici nello stile, ma realizzati in maniera moderna, un packaging personalizzato per un effetto sorpresa e di -emozione- per il destinatario e soprattutto la garanzia totale, quello che l'acquirente vede, è quello che avrà e pagherà. Il cliente, prima dell'invio del mazzo floreale, ha la possibilità di avere una fotografia del prodotto scelto, ed aggiungere un bigliettino digitale evoluto: testo, fotografie stampate  o video. In questo modo lo staff floreale, può allegare alla consegna, una fotografia del mittente e o un messaggio personalizzato. Il mittente avrà una notifica dell'avvenuta consegna. 

Torna su
MilanoToday è in caricamento