rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cultura

Eredità di Giacomo Puccini, il tribunale di Milano annulla il testamento di un maggiordomo

Lite tra nipoti di un maggiordomo che vive a Milano: ruota attorno al patrimonio del grande compositore lucchese

Il tribunale di Milano ha sentenziato sull'eredità del compositore Giacomo Puccini, morto a Bruxelles nel 1924. I giudici hanno dichiarato nullo il testamento di Pasquale Belladonna, che risale al 2005 e con cui l'uomo, anziano maggiordomo, disponeva in favore di un nipote quel che rimaneva dell'eredità del grande compositore lucchese. Lo riferisce Franco Vanni in un dettagliato articolo su Repubblica.

La causa è stata promossa da sedici nipoti di Belladonna, che hanno esibito certificati medici che proverebbero la demenza senile dell'uomo all'epoca del testamento in questione, accompagnata dall'incapacità d'intendere e di volere. Questo comporta che, per stabilire a chi andrà l'eredità, bisogna fare fede al precedente testamento dell'uomo, del 1999, con cui i beni venivano divisi in parti uguali a tutti e ventidue i nipoti.

Il patrimonio è ingente. Si parla di una casa a Montecarlo, un'altra a Milano, oltre a circa otto milioni di euro in titoli, quadri e carte varie. Il primo erede di Puccini fu il figlio segreto Antonio, che poi sposò una donna di Milano, Rita Dell'Anna, e la nominò erede universale. Questa morì nel 1979, e l'intero patrimonio di Puccini passò al fratello Livio, il cui maggiordomo era appunto Pasquale Belladonna. Nella vicenda si inserirono altri "pretendenti eredi", come la nipote del compositore, nata da una relazione extraconiugale di Antonio. 

Sul finire degli anni '80 sembrò che fosse anche scomparsa gran parte dell'eredità pucciniana, che era stata valutata in oltre cento miliardi di lire nel 1979. Anche se Belladonna - attraverso i suoi legali - affermò che l'importo doveva essere ridimensionato di parecchio. Da questa contesa si sono di fatto "salvate" le case, come Villa Puccini nella frazione Torre del Lago di Viareggio, oggi un museo gestito dalla nipote del compositore, o la casa natale di Puccini a Lucca, anch'essa un museo dal 1979. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eredità di Giacomo Puccini, il tribunale di Milano annulla il testamento di un maggiordomo

MilanoToday è in caricamento