menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Estate Sforzesca 2019 (foto dal profilo Facebook della manifestazione)

Estate Sforzesca 2019 (foto dal profilo Facebook della manifestazione)

Musei aperti, mostre e 40 concerti (anche gratis): Milano riparte all'insegna della cultura

Si accende anche il palcoscenico della tradizionale rassegna Estate sforzesca

Musei, mostre e il ritorno dell'amata rassegna Estate Sforzesca. Così Milano vive, nel segno della cultura, l'estate 2020. Da segnare in calendario domenica 21 giugno, quando verrà riacceso il palco del Castello Sforzesco (alle 16:30) e giovedì 25 giugno, data che vede riaprire musei e mostre di questa stessa sede espositiva.

Cultura al Castello Sforzesco

Al Castello riapriranno nelle giornate di giovedì e venerdì il Museo della Pietà Rondanini, il Museo d’Arte Antica, il Museo delle Arti Decorative e il Museo degli Strumenti Musicali. Resteranno invece chiusi al pubblico, per ragioni tecniche legate agli impianti di condizionamento, il Museo dei Mobili, la Pinacoteca e la sezione Preistorica. Nel percorso museale, in Sala della Balla, riapre anche la mostra Competition MilanoVetro-35.

Per festeggiare la riapertura insieme ai visitatori, giovedì 25 giugno, dalle ore 15.30 alle 17.30, sei studenti del Liceo Musicale 'Carlo Tenca' suoneranno il pianoforte Tallone del Museo degli Strumenti Musicali presso la Sala della Balla in una maratona di musica con pagine di Beethoven, Chopin, Schumann, Scriabin, Ravel, Debussy.

Riapre al pubblico anche la mostra dedicata al fotografo Cesare Colombo, inaugurata con grande successo appena prima del lockdown, che vede esposte nella Sala Viscontea oltre cento fotografie dal 1952 al 2012 dedicate alla città di Milano e alla sua storia culturale, economica, politica e sociale. L’ingresso alla mostra è gratuito e contingentato (15 persone ogni mezz’ora), con obbligo di prenotazione sul sito. Biblioteche e Archivi poi riaprono al pubblico da lunedì 29, previo appuntamento.

Dal 26 giugno, inoltre, ogni settimana, dal martedì al venerdì, partono le visite guidate alle 'Merlate al tramonto', con la possibilità di ammirare Milano dall’alto nell’ora più affascinante, e nei weekend riprendono le visite alle Merlate del Castello; sempre dal 26 giugno, nuovo ciclo di visite guidate, questa volta all’aperto, con la speciale visita 'Il Castello a cielo aperto', alla scoperta delle oltre 130 opere presenti nei cortili, con appuntamenti serali in orario di chiusura del Castello e diurni anche per famiglie con bambini.

Musei aperti e mostre

Oltre al Castello Sforzesco, entrano nel calendario delle riaperture anche Studio Museo Francesco Messina (da giovedì a domenica ore 11-18, che dal 10 luglio ospiterà la mostra 'Maria Cristina Carlini. Geologie, la memoria della Terra', visitabile senza prenotazione), Casa della Memoria (giovedì e venerdì, ore 11-18, con la mostra 'Arte Testimonianza Memoria') e Casa del Manzoni (da martedì 23 giugno con i seguenti orari: martedì e mercoledì ore 11-15, giovedì ore 16-20). Restano invariati i giorni e gli orari (ore 11-18) di apertura degli altri musei civici.

Non è più previsto l’obbligo di prenotazione online per i musei a pagamento (Castello Sforzesco, Museo Archeologico, Museo del Novecento, GAM, Museo di Storia Naturale, Acquario Civico). I visitatori potranno quindi accedere alle collezioni, sempre nei limiti della capienza prevista per ogni fascia oraria, acquistando il biglietto all’ingresso del museo. La prenotazione, tuttavia, resta consigliata per consentire una migliore gestione della visita e assicurarsi l’ingresso.

La prenotazione resta obbligatoria sia per l’ingresso a Palazzo Reale e Pac, che per le mostre allestite in sedi museali (Castello Sforzesco, Museo Archeologico, Museo del Novecento). Torna inoltre la possibilità di organizzare visite guidate in tutti i musei a pagamento (Castello Sforzesco, Museo Archeologico, Museo del Novecento, Gam, Museo di Storia Naturale, Acquario Civico).

Musica dal vivo

Domenica 21 giugno, Festa Europea della Musica, si aprirà anche il palcoscenico di Estate Sforzesca con la prima serata scandita da due spettacoli. Alle ore 16.30, il primo concerto dedicato a 'L’età dell’oro dello swing', con la Civica Orchestra di Fiati di Milano in collaborazione con Civica Jazz Band - Scuola Civica di Musica 'Claudio Abbado'. La prima parte dello spettacolo, attraverso i brani di Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi, Enrico Intra, Enrico Rava e Gianluigi Trovesi, sarà un inno al suono italiano, pieno di ritmo e di 'black swing'. Nella seconda parte, dalle note del clarinetto di Paolo Tomelleri, riaffioreranno i successi della golden age dello swing: da Benny Goodman a Ella Fitzgerald, da Cole Porter a Charles Trenet. 

Alle ore 21 andrà in scena 'Milano e la Popular Music: di tempo in tempo…': i giovani musicisti del Cpm Music Institute, sotto la regia di Franco Mussida, si cimenteranno nell’esecuzione rivisitata di decine di brani della musica internazionale, raccontando la forza dell’impegno degli anni ’70, il disimpegno degli anni ’80, la fusione etnica e la globalizzazione degli anni ’90, e il diffondersi della musica social degli anni 2000, fino ad arrivare ai giorni nostri. L’ingresso è libero su prenotazione fino a esaurimento posti (prenotazioni su yesmilano.it).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Politica

    Ddl Zan, ottomila persone all'Arco della Pace: "Approvate in fretta la legge"

  • Coronavirus

    Bollettino covid: a Milano e in Lombardia in calo i positivi e i ricoverati negli ospedali

  • Sport

    I tifosi dell'Inter accolgono la squadra campione d'Italia a San Siro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento