Un Giorgetti battuto all’asta da Vittorio Sgarbi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il dipinto "Brain", realizzato nel 2013 dal maestro dell'astrattismo Alessandro Giorgetti, è stato battuto in una casa privata d'asta di Milano, dal critico e storico dell'arte Vittorio Sgarbi. L'acquirente, un imprenditore svizzero si è aggiudicato l'opera con una cifra a tre zeri che ha poi elargito in beneficenza all'organizzazione. Una serata molto riservata colma di collezionisti, gente nota della Milano bene.

Il dipinto Brain di Giorgetti donato dall'artista e presentato dalla galleria Deodato Arte, non apparteneva a una collezione, ma era un'opera unica dedicata all'invecchiamento delle connessioni cerebrali. Sgarbi durante la serata si è complimentato con gli ospiti galleristi per la scelta delle opere e per la qualità degli artisti proposti. Le opere d'arte presenti sono tutte state vendute dal 'venditore' d'eccezione, chi in prima, chi in seconda battuta, per una serata riuscita orgoglio dell'arte contemporanea italiana.

Torna su
MilanoToday è in caricamento