Cultura Porta Ticinese

Il Giorno della Memoria con il poeta Franco Loi e la giornalista Stefania Consenti

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il Giorno della Memoria con la Scuola professionale Galdus. Due incontri per la Giornata della Memoria promossi dalla Scuola Professionale Galdus ai suoi studenti e al pubblico: venerdì 5 febbraio con il poeta Franco Loi e le poesie che lo rievocano bambino a Milano durante la guerra e lunedì 8 febbraio con Stefania Consenti, autrice del libro “Luoghi della memoria a Milano” e con Roberto Cenati, presidente Associazione Nazionale Partigiani d’ Italia provinciale Milano.

Venerdì 5 febbraio 2016 Franco Loi, Dalle ore 14:30 alle ore 16. Lunedì 8 febbraio 2016 Stefania Consenti Dalle ore 11 alle ore 12:30. Presso l’Auditorium della Scuola Professionale Galdus via Pompeo Leoni, 2 Milano. Gli incontri sono aperti al pubblico fino ad esaurimento posti, previa prenotazione a premio@galdus.it

Milano che resiste alla Seconda Guerra Mondiale e ai suoi orrori attraverso gli occhi e la poesia del giovanissimo poeta Franco Loi. “Milano dimenticata” attraverso dieci luoghi che nascondono gli orrori del nazifascismo e della guerra, svelando la storia di numerosi edifici dal valore non esclusivamente architettonico o urbanistico, attraverso il giornalismo di Stefania Consenti.

Racconti e poesie di cronisti contemporanei e attraverso la loro memoria, un viaggio nella storia fino alle origini dei nostri valori identitari e costituzionali: è l’iniziativa promossa dalla Scuola Professionale Galdus all’interno della rassegna culturale del Premio Galdus, per cui numerosi autori ed esperti di poesia, letteratura e arte contemporanea dialogano personalmente con gli studenti italiani in concorso per il Premio finale.

“La Scuola professionale Galdus favorisce le occasioni di incontro personale dei suoi studenti con autori di cronaca contemporanea, come in questi due incontri. E’ un modo vivo per avvicinare gli studenti a leggere e scrivere la realtà, soprattutto quando la sua complessità la rende più difficile da decifrare, come nel  Giorno della memoria. Questo è il percorso che portiamo avanti oggi grazie alla presenza del poeta Franco Loi, che abbiamo incontrato nove anni fa con il Premio Galdus e con la giornalista Stefania Consenti” afferma il Presidente di Galdus, Diego Montrone.

Stefania Consenti, laureata in Filosofia all'Università di Bari, è giornalista professionista dal 1995. Ha iniziato nel 1989 come collaboratrice nel quotidiano L'Unità per poi approdare nel 1991 nella testata Il Giorno dove in Cronaca si occupa di politica e temi sindacali. Dopo un intenso viaggio con gli studenti ad Auschwitz, ha scritto prima Binario 21, poi Un treno per Auschwitz (2010) e quindi Il futuro della memoria. Conversazioni con Nedo Fiano, Liliana Segre e Piero Terracina, testimoni della Shoah (2011).

Franco Loi, poeta italiano, nasce a Genova nel 1930 e si trasferisce nel 1937 a Milano, dove vive il dramma degli anni della guerra e la rinascita del dopoguerra. Qui, dopo avere svolto varie professioni, inizia a scrivere e orienta la sua attività al campo editoriale.  Per le sue poesie sceglie il dialetto milanese della tradizione letteraria, il gergo non solo milanese, dagli arcaismi fino ai neologismi e alle sue personali invenzioni, ottenendo originalità espressiva velata di polemica sociale e politica.  Insignito di numerosissimi premi  e riconoscimenti - in Italia e all’estero nel corso della sua lunga carriera, è  il presidente della giuria del Premio Galdus dal 2013.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giorno della Memoria con il poeta Franco Loi e la giornalista Stefania Consenti

MilanoToday è in caricamento