Incastonatura: sculture-gioiello al Musée du Croco di Milano da giovedì 19 marzo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Giovedì 19 marzo 2015, ore 19

IncastoNatura

personale di Roberto Sangineto

Musée du Croco

via privata Cascia 6 - MI

Siediti lungo la riva del fiume e aspetta… Roberto Sangineto ha fatto suo il proverbio cinese riscrivendone il finale e reinterpretandone gli scopi: è proprio in prossimità dei corsi d'acqua che accoglie dalla natura la materia prima per le sue sculture-gioiello.

Alcuni alberi, trascinati dalle intemperie nei fiumi con le loro radici potenti e con le evoluzioni dei loro rami, inglobano nelle loro anime legnose metalli, detriti, sassi: è in questo scenario ambientale che l'artista vicentino ritrova l'abbraccio universale dell'esistenza, il legame inevitabile ma talora instabile delle cose, l'inclinazione artistica degli elementi, vicina all'arte orafa, alla sua capacità di plasmare forme grezze e di impreziosire materiali già splendidi.

Sangineto imita, trasforma e completa l'opera della Natura, restituendo la vitalità ad elementi apparentemente inerti e creando sculture che sfidano le leggi della gravità e dell'equilibrio e che richiamano alla mente allegorie, simboli e suggestioni provenienti dalla storia, dalla mitologia e dall'immaginario popolare.

Giovedì 19 marzo 2015 dalle ore 19, nella cornice polivalente del Musée du Croco, prendono vita, con un evento di vernissage dedicato alla cittadinanza, le incastonature di Roberto Sangineto.

Roberto Sangineto deriva la sua ispirazione dalle due discipline che hanno caratterizzato la sua formazione personale e professionale, ovvero l'oreficeria ed il video. Della prima ha imparato da ragazzo le tecniche nella capitale mondiale dell'oro, la sua città, Vicenza, ed in particolare l'arte dell'incastonatura, l'inserimento di pietre nei gioielli; la seconda tecnica artistica gli ha consentito di guardare alla natura con occhio ammirato, ma soprattutto attento.

Musée du Croco è uno spazio espositivo inaugurato nel 2012 da Enzo Bollani a partire da un'idea di Lucio Dalla. Situato nello scenario avanguardista di via privata Cascia 6 (Milano), ospita artisti emergenti e idee innovative.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento