rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cultura

Alessandro Papetti a Palazzo Reale con le sue installazioni

Dal 4 al 20 settembre il cortile di Palazzo Reale ospiterà tre installazioni di Alessandro Papetti, ispirate all’acqua, all’aria e al bosco. Un dialogo ideale con la mostra “Monet. Il tempo delle ninfee” nello stesso palazzo fino al 27 settembre

Da venerdì 4 settembre fino a domenica 20, il cortile di Palazzo Reale ospiterà un’installazione dell’artista milanese Alessandro Papetti. Si tratta di tre grandi ambienti pittorici circolari, che dialogano idealmente con la mostra “Monet. Il tempo delle ninfee”, allestita al primo piano del Palazzo fino al 27 settembre.

“Dopo il cinema estivo e con questo allestimento vogliamo ribadire una nuova funzione del cortile interno di Palazzo Reale: non uno spazio di passaggio, ma un luogo di produzione culturale che viene offerto per una partecipazione più creativa alla cultura da parte della città. Durante la settimana della moda la prossima sorpresa, con un progetto di design etico” ha detto l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory .

“Immaginiamo il tempo e immergiamoci in esso Il tempo è come un cerchio di cui noi siamo un punto in movimento. Ma questo cerchio si avvolge intorno a noi assumendo la forma, e forse la forza, di una spirale. Si finisce così per essere assorbiti dal colore. Continua la contaminazione tra antico, moderno e contemporaneo che caratterizza il nuovo corso della cultura a Milano” ha aggiunto l’assessore.

Promossa dal Comune e prodotta da Palazzo Reale assieme a Italian Factory, l’installazione è formata da tre immensi “ambienti pittorici” di forma circolare (del diametro interno di 8 metri ciascuno), nei quali il visitatore può entrare, immergendosi fisicamente all’interno, fino quasi a diventare parte integrante dei singoli dipinti. In questo modo la distanza tra fruitore e opera d’arte sembra venire annullata.

Le tre grandi opere, alle quali Alessandro Papetti ha lavorato per oltre un anno, sono esposte all’interno di una grande tensostruttura (realizzando così una vecchia idea a cui l’artista pensava da una decina d’anni) e affrontano tre tematiche differenti: l’acqua, l’aria, il bosco.
Il tema dell’acqua – che ha suggerito il collegamento di questa iniziativa con la mostra “Monet. Il tempo delle ninfee” – si riallaccia in maniera naturale alla serie che l’artista ha iniziato fin dal 1998, con quadri incentrati sull’idea del bagno di notte e con le grandi piscine che ha esposto in numerose occasioni. Allo stesso modo, il periodico succedersi dei tronchi degli alberi nell’opera ispirata al bosco sembra voler rompere gli schemi naturalistici del paesaggio tradizionale; mentre nel quadro ispirato al tema dell’aria lo stesso gesto pittorico, con la sua vibrante forza dinamica e la sua carica di energia, sembra diventare il vero protagonista dell’opera.

All’interno del percorso espositivo verrà proiettato il documentario Alessandro Papetti - Il ciclo del tempo, nel quale si potrà cogliere l’artista dipingere la sua opera e raccontare le ragioni del progetto.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro Papetti a Palazzo Reale con le sue installazioni

MilanoToday è in caricamento