"Il più grande comico morente, la comicità e il teatro di Nicola Vicidomini"

Dal 1 ottobre in vendita la monografia dedicata a Nicola Vicidomini

Vicidomini in scena

Di lui Cochi Ponzoni, l'indimenticabile metà del duo milanese Cochi e Renato, scrive: "Una volta portai un mio amico a vedere un suo spettacolo e, nel corso della performance, con gli occhi di meraviglia, mi disse: «Io non capisco perché, ma rido come un matto». Proseguì: «C’è qualcosa che mi sfugge». Poi, continuando a sorprendersi del suo stesso riso: «Non riesco proprio a identificarne le cause e a smettere di ridere». Anche io, che a differenza sua ero preparato, ridevo parecchio e fui attraversato con molto piacere dalla stessa, inesplicabile, sensazione. Questo rimane, a mio avviso, il più bel complimento" che si possa fare a un artista. Le parole di Nino Frassica, altro numero uno dei palchi italiani, sono attraversate dallo stesso, incredibile entusiasmo: "Nel panorama attuale poche cose sono in grado di sorprendermi e divertirmi, ai suoi spettacoli rido moltissimo - dice -. Rido per le canzoni al pianoforte, per i versacci, per le situazioni surreali inimmaginabili, per il suo essere costantemente e senza tregua politicamente scorretto, indecente, animalesco".

Il lui in questione è Nicola Vicidomini, classe 1983, amalfitano di Tramonti. E lui è tutto questo: artista, teatrante, "animale" a volte, scorretto quasi sempre e spesso indecente. Dal 1 ottobre in vendita ci sarà un libro edito dalla milanese "Mimesis edizioni" e dedicato interamente a lui: "Il più grande Comico Morente - la comicità e il teatro di Nicola Vicidomini". Si tratta di un saggio monografico a più voci a cura di Enrico Bernard, impreziosito dalle prefazioni di Cochi Ponzoni e Nino Frassica e da una postfazione di Maurizio Milani. 

Nelle 140 pagine del libro autorevoli critici, scrittori, intellettuali e docenti universitari, analizzano il pianeta Vicidomini. Considerato un innovatore del linguaggio umoristico e della scrittura di scena, il "comico morente" - come ama definirsi - ha dato vita a uno stile senza precedenti, che individua in una visionarietà di intonazione mistica e grottesca il suo elemento fondante. Assistere ai suoi spettacoli è fare un viaggio tra i fallimenti, i successi - rari - e le più grandi paure dell'uomo, con tratti "forti", volutamente esagerati, sempre caratteristici e sempre totalmente liberi che spingono a riflettere. 

Non a caso il drammaturgo e regista italiano Enrico Bernard ne tratteggia questo profilo, sottolineando che è "un hylare, più che un comico": "Il vero comico è come vuole e come si presenta Vicidomini sempre e solo un comico morente, ossia un tragicomico, ovvero un portatore di tragedia capace di unire il sorriso e il pianto. In tal senso il comico morente non ha la battuta facile per far ridere, bensì assume su di sé un significato, un’intenzione storica e politica - in senso ampio del termine, beninteso - come nella tradizione del gramelot dei primi saltinbanchi e comici cui attinse Dario Fo". 

A Vicidomini - che è il padre degli spettacoli "Fauno", "Scapezzo", "Veni Vici Domini" e che ha partecipato a Stracult, Colorado e Che tempo che fa, giusto per citarne alcuni - hanno voluto dedicare un pensiero, un contributo nel libro il critico cinematografico Marco Giusti, padre e conduttore di Stracult, il conduttore Rai, scrittore e docente universitario Guido Barlozzetti, gli scrittori Fulvio Abbate, Andrea Di Consoli, Riccardo Rosa e Nando Vitali, la nota autrice umoristica Federica Cacciola alias Martina Dell'Ombra, il saggista e docente universitario Alfonso Amendola e il celebre direttore della fotografia Blasco Giurato.

Agli occhi dei milanesi, forse, il complimento più bello a Vicidmoni lo ha fatto Cochi: "Nicola, qualche decennio fa - ha assicurato - avrebbe fatto parte, a pieno titolo, del nostro Gruppo Motore". I comici di punta di quel gruppo - che poi finirono al Derby guidati da sua maestà Enzo Jannacci - erano proprio Cochi e Renato.  

Foto - La copertina del libro

copertina vicidomini-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid coronavirus Milano e Lombardia: nuovo record assoluto, +2.419 casi

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Covid, la Lombardia inasprirà le regole: stop a sport amatoriale, bar chiusi alle 21

  • Covid, le regole in Lombardia dal 17 ottobre: locali chiusi alle 24, stop allo sport di contatto

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento