Venerdì, 14 Maggio 2021
Cultura

Il Pd ha chiesto l'iscrizione di Milva al Famedio

La richiesta è stata avanzata da Diana De Marchi, presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Milano

Iscrivere Milva nel Famedio del Cimitero Monumentale. È quanto ha chiesto Diana De Marchi, presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Milano che nel pomeriggio di lunedì 26 aprile ha avanzato la richiesta. Secondo l'esponente Dem il nome dell'artista deve comparire "a fianco dei personaggi più illustri della Città".

"La storia di Milva ricorda quella dell’Italia migliore del dopoguerra", ha ricordato De Marchi. "Ha cantato non solo canzoni leggere, ma anche i canti popolari e di protesta ed è andata persino a cantarli (Bella ciao) in tv, in quelle trasmissioni che dovrebbero essere di intrattenimento. Il suo non era un vezzo ma una profonda convinzione delle radici della nostra cultura. Poi ci sono stati gli spettacoli al Piccolo e l’incontro con Strehler che le propose Brecht e la costrinse a far emergere altre doti e a rimettere in gioco la sua carriera".

"Milva — ha proseguito l'esponente Dem — non ha mai avuto il timore di sperimentare, la cultura per lei era sfida, valori, qualità. Era colta ma non distante, popolare senza essere commerciale. La ragazza di Goro che pensava di aiutare la famiglia grazie al suo successo canoro, e che invece ha ampliato la sua missione interpretando la cultura musicale e teatrale del nostro tempo, deve essere iscritta da ora nel Famedio del Cimitero Monumentale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd ha chiesto l'iscrizione di Milva al Famedio

MilanoToday è in caricamento