rotate-mobile
Scuole civiche

Il ministero della cultura sosterrà le scuole civiche di Milano

Musica, cinema, teatro e interpreti: le quattro scuole civiche di Milano saranno sostenute dal ministero

Il ministero della cultura sosterrà il progetto del politecnico delle arti, anche se i dettagli non sono ancora noti. Lo ha annunciato il ministro Dario Franceschini intervenendo a Milano all'inaugurazione dell'anno accademico delle scuole civiche di Milano, che si è svolta alla sede della scuola di cinema lunedì 7 febbraio.

Una bella notizia per il comune di Milano che già spende otto milioni e 430 mila euro all'anno per sostenere le scuole civiche (è la voce più elevata del bilancio cultura). "Le parole del ministro Franceschini sono molto rilevanti e confortanti per noi", commenta l'assessore alla cultura milanese Tommaso Sacchi. Presto per capire come si concretizzerà la collaborazione col ministero ma uno dei primi punti è il tema delle sedi: "Penserei a raggruppare alcuni istituti della formazione, potrebbe essere importante da un punto di vista geografico e urbano", spiega l'assessore sottolineando l'obiettivo di rafforzare quello che è un "unicum nazionale che esiste da 160 anni" e che si configura come "un vero e proprio politecnico delle arti che, ogni anno, porta alla formazione di nuovi professionisti nel campo culturale".

Le scuole civiche sono quattro, nella cornice di Fondazione Milano: la scuola di cinema Luchino Visconti (ex Manifattura Tabacchi, viale Fulvio Testi 121), la scuola interpreti e traduttori Altiero Spinelli (via Francesco Carchidio 2), la scuola di musica Claudio Abbado (Villa Simonetta, via Stilicone 36, e via Decorati al Valor Civile 10) e la scuola di teatro Claudio Grassi (via Salasco 4), a cui si aggiunge la sede degli uffici centrali in Alzaia Naviglio Grande 20. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministero della cultura sosterrà le scuole civiche di Milano

MilanoToday è in caricamento