Morimondo, c'è la festa di Sant'Uberto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Domenica 8 Novembre Morimondo celebra la Festa di Sant’Uberto, patrono dei cacciatori. Città slow e tra le rappresentanti lombarde del circuito “I Borghi Più Belli d’Italia”, sede dell’omonima Abbazia, nella seconda domenica di Novembre avrà in cartellone anche un singolare torneo di arco storico in piazza a partire dalle 14,30. Alle 18, poi, gli organizzatori propongono al pubblico presente una degustazione di cinghiale.

Una giornata di festa: tra gli ospiti non mancherà il Mercatino Enogastronomico della Certosa di Pavia in veste di vetrina delle eccellenze food&wine del triangolo d'oro del gusto rappresentato da Lomellina, Oltrepò e Pavese.

Gusto ed altissima qualità: nella vetrina del MEC foodies e turisti enogastronomici avranno la possibilità di assaggiare un ricchissimo catalogo di tipicità ed eccellenze a chilometro zero, per un’alimentazione sana quale è quella della dieta mediterranea. Patate, cipolle e aglio appena raccolti, funghi, riso del Pavese, succhi di frutta e salse, confetture e composte; da Mornico Losana lo zafferano della fattoria La Robinia.  E poi specialità casearie di latte vaccino e per quanti tengono d’occhio il tasso di colesterolo, anche di pecora e capra del vicino Monferrato.

Un’ occasione per coniugare al piacere del buon cibo quello della  meraviglia di trovarsi in un luogo bellissimo e carico di storia e spiritualità come l’abbazia di Morimondo, gioiello dell’architettura romanica lombarda. Ingresso gratuito

Torna su
MilanoToday è in caricamento